Colbordolo: il degrado sta raggiungendo livelli preoccupanti

Jonathan Oliveri mostra i disagi 2' di lettura 17/06/2012 - Jonathan Oliveri, giovane consigliere di minoranza del gruppo Liberi per Colbordolo, non riesce più ad avere quella pazienza e quella comprensione che gli amministratori predicano da anni di fronte alle ristrettezze del bilancio comunale, ai vincoli imposti dal patto di stabilità, ai tagli dei trasferimenti ai Comuni e denuncia apertamente lo stato di preoccupante degrado in cui versano alcuni quartieri del territorio comunale.

“Ho presentato un’interrogazione all’Assessore ai Lavori Pubblici – spiega Oliveri – per capire se c’è uno straccio di programmazione per l’asfaltatura e la sistemazione della viabilità nel popoloso quartiere residenziale tra Morciola e Cappone, quello compreso tra via Togliatti, Via Gandhi e via De Gasperi, perché la situazione è diventata davvero insostenibile. Le difficoltà e l’usura degli asfalti e dei marciapiedi ci sono sempre state e in questi anni ho ricevuto tante segnalazioni e richieste da parte dei residenti del quartiere (nel quale abito anch’io) ma ho sempre chiesto alle famiglie di avere pazienza e di sopportare qualche disagio perché il bilancio comunale lo vedo da vicino e sono consapevole delle enormi difficoltà in cui versa la nostra amministrazione, ma adesso basta! La situazione è diventata davvero intollerabile! Si tratta di qualche centinaio di metri di strada pubblica che versa in uno stato indecente e pericoloso ripeto, già da molti anni, ma l’amministrazione non sembra voler impegnarsi alla manutenzione".

"Buche, tombini sopra-elevati, asfalti consumati, marciapiedi decadenti (le foto rendono solo parzialmente l’idea) non solo creano enormi disagi ai residenti ma non sono davvero un bel biglietto da visita nemmeno per chi si trova di passaggio. E non finisce qui! E’ un po’ tutta la zona ad essere al elevato rischio degrado! Il marciapiede in sanpietrini rossi che corre parallelo al campo sportivo di via Togliatti è impraticabile in quanto letteralmente disgregato. Già dai primi anni dopo il termine dell’opera aveva dato i primi segni di cedimento, adesso versa in uno stato vergognoso (ma chi ha fatto il collaudo di quest’opera?). La mia speranza è che l’Assessore e il Sindaco mi diano risposte certe perché se non si interviene rapidamente non sarò certo io a fare brutta figura ma la loro amministrazione e tutta la comunità di Colbordolo".


   

da Gruppo Consiliare \'Liberi Per Colbordolo\'






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-06-2012 alle 22:42 sul giornale del 18 giugno 2012 - 1681 letture

In questo articolo si parla di attualità, colbordolo, vivere pesaro, bottega, liberi per colbordolo, Gruppo Consiliare 'Liberi Per Colbordolo', morciola, CAPPONE, jonathan oliveri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Ave





logoEV
logoEV
logoEV


.