Appello per i tramonti al porto

Tramonto a Pesaro, foto di Giovanni Camborata 1' di lettura 13/06/2012 - Abbiamo ricevuto la brutta notizia che gli amanti delle passeggiate al porto non potranno più godere di magici tramonti. Un muro di contenimento alto 3 mt., che entro l’anno verrà costruito su uno dei moli, impedirà la nostra visuale sul mare di 90°.

Cioè, percorrendo uno dei moli, potremo vedere solo verso il Colle San Bartolo o solo verso l’Ardizio. Un muro di cemento, come la siepe nella poesia “L’infinito” di Giacomo Leopardi, ci impedirà di ammirare “tanta parte dell’ultimo orizzonte”. Sembra che la sua costruzione in mezzo alla banchina sia inevitabile per realizzare una barriera frangiflutti, obbligatoria per legge. Così la vocazione turistica della nostra città subirà un altro duro colpo.

Per questo rivolgo un appello ai nostri amministratori (del Genio Civile e del Comune): dateci almeno degli oblò! Un certo numero di ovali vetrati lungo il muro di contenimento potrebbero farci continuare a vedere “interminati spazi” e romantici tramonti. Forse, in questo modo, potremo sentirci un po’ meno “prigionieri” della nostra città di mare.


   

da Stefano Giampaoli




Questo è un articolo pubblicato il 13-06-2012 alle 20:36 sul giornale del 15 giugno 2012 - 6159 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, vivere pesaro, notizie pesaro, mare pesaro, stefano giampaoli, lettore vivere pesaro, tramonto a pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/AmR





logoEV
logoEV


.