Festival, Passera: 'La crescita con la semplificazione'

Matteo Ricci e ministro Corrado Passera 2' di lettura 02/06/2012 - Fano-Grosseto, calamità marchigiana, patto di stabilità: i dossier locali presentati al ministro dal presidente della Provincia Matteo Ricci.

Matteo Ricci attende Corrado Passera prima del suo dibattito in piazza del Popolo e, insieme al sindaco Luca Ceriscioli e al deputato Massimo Vannucci, approfitta della situazione: "E’ stata anche l’occasione – spiega il presidente della Provincia - per affrontare con lui questioni locali. Abbiamo ribadito la necessità di legare la calamità marchigiana (terremoto bianco, ndr) alla tragedia emiliana, e quindi di fare scattare un meccanismo di solidarietà nazionale anche per noi. In più, abbiamo parlato a lungo delle azioni che il governo ha messo in campo per liquidare i crediti delle imprese, da parte del pubblico".

C’è anche il "tema del patto, che massacra gli enti locali, e ovviamente abbiamo ragionato della Fano-Grosseto, perché il mese di giugno è fondamentale. Abbiamo fatto il punto, ci vedremo presto e lo andremo a trovare a Roma". Il ministro, aggiunge Ricci, "pensa come noi che la E-45 sia un’opera strategica. E ritiene che l’arteria dovrebbe entrare nella fase nuova di rilancio delle infrastrutture italiane. La considera tra le principali. In più, Passera farà presente e segnalerà l’emendamento presentato da Vannucci, in maniera bipartisan, per agganciare la calamità marchigiana tramite il decreto di riforma della protezione civile".

Il dibattito inizia con il minuto di raccoglimento per le vittime del sisma emilano. "Si valuteranno con l’Europa – ha spiegato il ministro a mrgine - tutte le modalità per aiutare il più velocemente possibile le aziende dell’area colpita dal terremoto in Emilia. Quando si parla di calamità, è verosimile che si possa uscire da vincoli che altrimenti non ci sarebbero".

Ancora il ministro a margine: "Abbiamo dovuto attivare, come la legge prevede, un aumento delle accise sulla benzina per venire incontro alle esigenze delle zone terremotate. Mi è sembrato giusto proporre al mondo della produzione di contribuire a quest’onere. Ogni azienda deciderà come procedere, dopo che il decreto sarà attivato".

Il ministro conferma che l’aumento sulla benzina durerà fino alla fine dell’anno. Poi sale sul palco e dà la sua visione sulla crescita. Tra gli spunti: "Semplificare l’avvio delle imprese, anche tramite agevolazioni fiscali, togliere i meccanismi inutili, snellire la burocrazia. Un Paese che non cresce abbastanza non dà fiducia. Liberiamo le energie che servono. Gli investimenti vanno attirati dall’estero. I principali ostacoli per le imprese che guardano all’Italia sono le interrelazioni con le amministrazioni, troppo complicate e il funzionamento della giustizia".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-06-2012 alle 16:14 sul giornale del 04 giugno 2012 - 856 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, matteo ricci, provincia di pesaro e urbino, provincia pesaro urbino, ministro, festival della felicità, corrado passera

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/zSN





logoEV
logoEV


.