Dopo 40 anni rimpatriata delle ex-alunne dell’Istituto del pio sodalizio 'Artigiane Cristiane'

Dopo 40 anni rimpatriata delle ex-alunne dell’Istituto del pio sodalizio 'Artigiane Cristiane' 30/05/2012 - L’Istituto del pio sodalizio “ARTIGIANE CRISTIANE” fu fondato dal Parroco di Novilara, Mons. Terenzio Cecchini (deceduto nel 1958), da Elvira Bartolucci e da Annetta Talevi.

Benefattrice è stata la sig.ra Egizia Bazicalupi Bargossi, deceduta nel 1978. Ancor oggi l’Istituto sopravvive nella sede madre di Novilara ed in quella di Candelara, fondate rispettivamente nel terzo e nel quarto decennio del XX secolo; tre sono rimaste le componenti della comunità. La peculiarità di questo Istituto è quella di aver creato una scuola di tessitura, taglio e cucito frequentate nel passato dalla maggior parte delle ragazze dei due paesi.

Purtroppo i laboratori e le attività sono chiusi già da molti decenni ma per evitare di perdere la memoria di questa storia sociale giovedì 24 maggio u.s. alle ore 16, presso il laboratorio femminile di Candelara, si è svolta una rimpatriata delle ex-alunne di Candelara e Novilara che si sono ritrovate dopo circa quaranta anni.

Ad accoglierle nell’ex-laboratorio è stata la maestra e tuttora custode dello stesso Maria Rondina e Maria Iacomucci, maestra di Novilara. È stata una grande festa emozionante, un momento per rincontrarsi, parlarsi e ricordare i tempi trascorsi; discutendo insieme sono tornati alla luce i ricordi piacevoli (quali ad esempio la ricreazione con le partite di pallavolo nelle quali le ragazze indossavano le gonne a pantalone, oppure i primi amori) ma tra i meandri della memoria è riemersa anche qualche diatriba tra alunne o con le insegnanti. Ciò che ha colpito tutte le partecipanti è che il laboratorio con i telai e le altre macchine è rimasto tutto intatto da quando, circa 20 anni fa, è terminata l’attività produttiva: infatti, basterebbe prendere i gomitoli di lana dal magazzino per riprendere le attività.

L’Associazione Turistica “Pro Loco” di Candelara insieme all’Associazione “Il Megafono delle Donne” di Ancona, che hanno promosso l’incontro, hanno proposto di raccogliere tutte le memorie delle ex-ragazze e scrivere un libro con il quale tramandare questa storia sociale ai propri discendenti. Visto che erano presenti solo 40 ragazze delle 300 che sono passate per quest’esperienza, nell’impossibilità materiale di contattarle tutte perché non è stato possibile rintracciarle, chi venisse a conoscenza di questa iniziativa o avesse da portare delle esperienze o ricordi anche da esterno è invitato a contattare i responsabili del progetto Lucilla Leonardi (0721 286324 / 328 0526028) e Carlo Rossi (347 2330303 / stone58@alice.it).

Un nuovo incontro per il 5 luglio p.v. è stato fissato un nuovo appuntamento: durante la giornata si procederà a raccogliere interviste-video e si terminerà con una cena. Il lavoro è interessante soprattutto in vista del centenario della nascita di don Nicola Alegi (il prossimo 9 ottobre), parroco di Candelara dal 1945 al 1994, che ha fortemente sostenuto l’attività di questo laboratorio femminile ed ha promosso la costruzione della nuova ed attuale sede dell’Istituto del pio sodalizio “ARTIGIANE CRISTIANE” di Candelara alla metà del XX secolo.

Lorenzo Fattori, Lucilla Leonardi








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2012 alle 18:13 sul giornale del 31 maggio 2012 - 2437 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, candelara, novilara, candelara di pesaro, notizie pesaro, rimpatriata, storia pesaro, ex-alunne, istituto del pio sodalizio, artigiane cristiane

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/zKS





logoEV