Lotta Studentesca: 'Né bombe di mafia né bombe di Stato'

Lotta Studentesca Pesaro e Urbino 23/05/2012 - Anche Lotta studentesca ha aderito alla manifestazione di mercoledì a Pesaro contro il terrorismo, pur confermando la propria posizione fortemente sospettosa sulla matrice dell'atto terroristico.

”Dopo avere espresso fin da subito i nostri dubbi sulla matrice mafiosa dell'attentato alla scuola Morvillo Falcone e dopo averne trovato fondamento in queste ore- afferma Christian Sanchini, responsabile provinciale di LS- abbiamo deciso di effettuare volantinaggi all'interno delle scuole iniziando oggi dall'Istituto Agrario A. Cecchi. Il testo dei volantini riporta "Né bombe di Mafia né bombe di Stato", un fermo no alla strategia della tensione ed una richiamo alla trasparenza delle indagini affinché si evitino depistaggi di ogni provenienza".

"Chiediamo giustizia per Melissa, la studentessa vittima di questa barbarie e per i suoi genitori. Auspichiamo che veri i responsabili vengano trovati al più presto e che il vile attentato di Brindisi non sia uno dei tanti senza colpevoli che hanno insanguinato il nostro Paese negli ultimi 40 anni”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2012 alle 19:49 sul giornale del 24 maggio 2012 - 998 letture

In questo articolo si parla di attualità, lotta studentesca, mafia, terrorismo, brindisi, pesaro e urbino, studenti Pesaro, Lotta Studentesca Pesaro e Urbino, capaci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/zsM