Crimine stragista a Brindisi. Solo il movimento operaio può fare pulizia

PLC Partito Comunista dei Lavoratori 1' di lettura 20/05/2012 - L'attentato omicida e stragista compiuto a Brindisi è una infamia. Che sembra rientrare nella lunga scia di crimini oscuri che ha attraversato la lunga storia della Repubblica borghese. Crimini spesso segnati dall'intreccio tra forze criminali, classi dirigenti, sottobosco di apparati statali.

Crimini spesso impuniti, da Piazza Fontana a Piazza della Loggia. Crimini sempre diretti contro il mondo del lavoro. Solo il movimento operaio può fare luce su questi crimini. Altro che “coesione nazionale” attorno al governo e allo Stato, come chiedono Monti e Napolitano.

Solo il movimento operaio può stroncare alla radice la malapianta del terrore stragista nell'unico modo possibile: contrastando e rovesciando le classi dirigenti e il loro sottobosco criminale; cambiando il potere di comando; e organizzando la società su basi nuove. Ciò che significa innanzitutto respingere il tentativo ricorrente di questo Stato di prendere spunto dai fatti di terrore per minacciare leggi speciali antidemocratiche o attuare restrizioni dei diritti collettivi.

Con tali posizioni indipendenti, il Partito Comunista dei Lavoratori partecipa alle manifestazioni di queste ore contro lo stragismo criminale.


da Partito Comunista dei Lavoratori Sez. Pesaro





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2012 alle 11:18 sul giornale del 21 maggio 2012 - 833 letture

In questo articolo si parla di attualità, pcl, pesaro, mafia, Partito Comunista dei Lavoratori, brindisi, politica pesaro, comunisti, Partito Comunista dei Lavoratori Sez. Pesaro, attentato brindisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/zid





logoEV
logoEV