LiberiXPesaro: le infrastrutture legate al casellino aprono nuove prospettive per il sito del nuovo ospedale

liberi x Pesaro lista civica 2' di lettura 18/05/2012 - La realizzazione da parte di ANAS autostrade della circonvallazione che collegherà il nuovo casello al quartiere di Muraglia tramite l’implementazione della strada interquartieri rappresenta un ottimo risultato, in quanto produrrà un miglioramento della viabilità che, nell’attuale congiuntura economica e di tagli continui agli enti locali, non avremmo potuto permetterci.

Per quanto riguarda il secondo casello autostradale, della cui utilità noi LiberiXPesaro siamo stati sostenitori da sempre, la decisione di realizzarlo a valle ci sembra la più giusta. Innanzitutto è la soluzione decisamente meno impattante a livello ambientale, come abbiamo sempre sostenuto, ma si presta anche a riaprire una riflessione sul sito del nuovo ospedale, non in termini ideologici di contrapposizione, ma di concreta valutazione di fatti che finora non erano certi.

La viabilità che verrà realizzata, infatti, andrà a formare un collegamento diretto con l’ospedale di Muraglia ed è pertanto legittimo e anche doveroso porsi l’obiettivo di richiamare su questa realtà concreta l’attenzione delle forze politiche, delle associazioni e dei cittadini, affinché tutti insieme si ricerchino senza faziosità eventuali spazi politici e tecnici ancora percorribili per riconsiderare l’indicazione attuale del sito su cui costruire l’ospedale.

I LiberiXPesaro ripetono ancora una volta che considerano l’ospedale nuovo una priorità e l’ospedale unico l’unica scelta ormai utile per ottenerlo, ma l’ adesione alla scelta del sito a Fosso sejore, invece, rappresenta soltanto la resa ultima a un sito non desiderato.

Per questo la lista civica LiberiXPesaro ha depositato un’interrogazione, alla quale risponderà direttamente il sindaco, impegnando l’Amministrazione comunale a verificare con gli organi competenti, ovvero Provincia e Regione, se, considerate le compensazioni viarie che il sindaco ha ottenuto, esiste la possibilità di ripensare e rivalutare l’indicazione del sito dell’ospedale nuovo in favore della zona di Muraglia, già notevolmente quotata tra i siti possibili e che oggi, grazie al collegamento con il secondo casello, acquisisce indubbiamente notevoli caratteri di vantaggio rispetto agli altri siti.

Vantaggi rappresentati da un notevole risparmio economico, logistico e di minore consumo di territorio che vanno ad aggiungersi ai vantaggi rappresentati dal fatto che Muraglia è un’area pubblica e vi esiste già una parte consistente di struttura ospedaliera, ovvero il polo di onco-ematologia e la radioterapia; inoltre, essendo un’area già costruita, l’impatto ambientale sarebbe molto minore. Tutti elementi che uniti alla garanzia del miglioramento consistente della viabilità data dalla realizzazione da parte di ANAS del collegamento al casello, potrebbero portare a una nuova rivalutazione di Muraglia come ipotesi per il nuovo ospedale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-05-2012 alle 16:52 sul giornale del 19 maggio 2012 - 942 letture

In questo articolo si parla di attualità, anas, pesaro, vivere pesaro, Lista Civica, infrastrutture, secondo casello, liberi x pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/zez





logoEV