Mirco Ricci risponde al Forum 'Salviamo il paesaggio' su Xanitalia

Presidente del Gruppo Pd Mirco Ricci 1' di lettura 17/05/2012 - 'Se non si trattasse di una questione serissima, che riguarda la difesa dell'occupazione dei lavoratori della ditta di cosmetici Xanitalia, avrei semplicemente riso dell'accusa di essere un cementificatore', dichiara il Presidente del Gruppo PD regionale Mirco Ricci in seguito alle dichiarazioni del Forum 'Salviamo il paesaggio'.

'Trovo offensiva, oltre che risibile e fortemente ingiusta, l'accusa del Forum: è necessario comprendere il filo rosso che distingue l'espansione urbanistica selvaggia -che contrastiamo e contrasteremo con ogni strumento istituzionale a nostra disposizione-, dalla crescita industriale e commerciale che implementa lo sviluppo economico e l'occupazione nei nostri territori: perché è di questo che si tratta', continua Mirco Ricci. 'In qualità di Relatore di maggioranza per la Commissione Urbanistica avevo spiegato mesi fa come la nuova normativa regionale, poi approvata dall'Assemblea, bloccasse i Piani Regolatori per due anni secondo il principio della riduzione del consumo di suolo', afferma ancora.

'Ciò non toglie che occorre saper distinguere tra la difesa dell'impostazione di una legge correttamente orientata a ridurre fortemente il consumo di suolo e norme della medesima legge che non possono e non debbono essere da ostacolo a lavoro e occupazione', chiosa Mirco Ricci; 'piuttosto vorrei chiedere al Forum dove si trovava ogni volta che è nato uno Sportello Unico dell'Impresa', conclude il Capogruppo Pd.


da Gruppo Consiliare del Partito Democratico





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-05-2012 alle 20:19 sul giornale del 18 maggio 2012 - 1496 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, pd, vivere pesaro, xanitalia, mirco ricci, Gruppo Consiliare del Partito democratico, notizie pesaro, presidente del gruppo pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/zcN


Stefano Poderi

17 maggio, 23:23
E se altri imprenditori, magari con più dipendenti della Xanitalia, avanzassero le stesse pretese e le stesse minacce? Se basta un imprenditore arrogante per mettere in crisi le istituzioni, ci lamentiamo perché in Italia c'è lamafia. Fate rispettare le regole, se non ne siete capaci andate a casa.

emanuele guadagno

19 maggio, 16:38
ma si deve per forza continuare a costruire quando la nostra periferia sta diventando una raccolta di capannoni sfitti e abbandonati......
si può pensare ad un'altra location...