Le 'Secessioni' sono valide alternative ai governi regionali?

gabicce mare 1' di lettura 09/05/2012 - Ritorna in “auge” il ritornello delle secessioni dei comuni già passati alla Romagna con la richiesta accettata dalla Regione di altri tre comuni : Monte Copiolo, Sassofeltrio e Gabicce Mare.

Tutto quello che si chiede e si ottiene, più per ragioni strettamente personali che di interesse pubblico, fa venire il “latte alle ginocchia”, perché tutto quello che è stato concesso con i referendum potrebbe essere anticostituzionale, poiché avvenuto in base a Leggi che prevedono le votazioni per elezioni politiche o amministrative ogni 5 anni e non per la defezione perpetua di passaggi di territori: non esiste alcun regolamento dal Regno d’Italia o della Repubblica Italiana che preveda la richiesta di passaggio di comuni da una provincia all’altra o da una regione all’altra. Prendendo in considerazione poi l’eliminazione della elezione amministrativa delle province, non si dovrebbe recepire la richiesta di suddetti comuni.

Per dare senso alla balorda situazione venutasi a creare con il passaggio dei suddetti comuni alla Romagna, anziché promulgare Leggi Parlamentari ad Hoc per le varie Secessioni, potrebbe essere prevista la creazione, con regolare Legge Statale, di un nuovo Ente Amministrativo denominato Territorio Autonomo del Montefeltro ( T.A.M. ) CHE UNISCA tutti i comuni coinvolti di quest’area, in un unico progetto regolato da leggi proprie con l’apporto sostanziale delle due regioni e con risorse anche Statali per i primi 5 anni, quasi fosse una “Regione Autonoma”.

Potrebbe essere anche questa una risposta al bisogno di “federalismo” che possa soddisfare in modo omogeneo popolazioni e cittadini accumunati dallo stesso territorio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-05-2012 alle 19:07 sul giornale del 10 maggio 2012 - 1222 letture

In questo articolo si parla di attualità, gabicce mare, vivere pesaro, secessione, secessione gabicce, lettore

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/yQl


paolo morelli

20 maggio, 21:09
quanta ignoranza nell'affrontere i problemi. i comuni interessa al passaggio sono due Montecopiolo e Sassofeltrio; Gabicce è stata una sparata per non pagare la tassa di soggiorno; la Regione emilia romagna ha espresso un partere solo per i primi due Comuni. Il passaggio di Regione dei comuni è regolato dalla Costituzione Italiana e prevede un Referendum dove devono di Si il 50% + 1 degli aventi diritto. Già nel passaggio dei 7 Comuni la Giunta Regionale Marche, con i nostri soldi, ha fatto ricorso alla Corte Costituzionale, che le ha data torto e dichiarando il processo di passaggio ineccepibile.
le ragioni della richiesta di passaggio sono tante e le sparate di qualche politico marchigiano che minaccia sfaceli sono del tutto inutili e di cattivo gusto. Abbiamo segnata dei problemi e nessuno ha fatto il minimo sforzo per risolverli