Allergie: ricomincia la consueta 'neve a primavera'

Allergie pollini pioppi 30/04/2012 - Chi abita in certe zone della città, o solo le frequenta, sta assistendo alla consueta primaverile nevicata di “sfiuto” (passatemi il termine; dialettale?) degli alberi e delle erbe.

La neve dei pioppi si chiama “pappo dei pioppi” e sembra uno scioglilingua. Gli esperti dicono che non è la causa delle allergie di cui in tanti soffrono. I minuscoli fiocchi non avrebbero alcun potere allergizzante.

Ma allora, chi è il colpevole degli attacchi di “febbre da fieno” che colpiscono in questo periodo tanti allergici? Il killer, il nemico da battere, è invisibile perché ha un diametro di 20 micron. Si chiama “polline” ed è figlio dei fiori dei pioppi!

Da profano, mi viene da dire: allora uccidiamo il padre (il pioppo) che ha nel suo grembo un tale demone malefico (il polline)! Quantomeno, sfrondiamolo quando è il momento. Ho il dubbio di aver peccato di eresia e, per questo, verrò messo al rogo!

Però, poiché anch’io amo l’ambiente e tengo alla salute, mi chiedo quale sia lo stato dell’arte dell’ambiente a Pesaro. Dell’ambiente e del verde (alberi e graminacee) che producono i pollini.

Per esempio, si è provveduto per tempo a falciare l’erba? Nelle aree pubbliche e in quelle private; per queste ultime, è stata emessa un ordinanza del Sindaco che obblighi a farlo?






Questo è un editoriale pubblicato il 30-04-2012 alle 11:21 sul giornale del 02 maggio 2012 - 1866 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, allergia, vivere pesaro, editoriale, allergie, pioppi, stefano giampaoli, lettore vivere pesaro, pollini, pappo dei pioppi, alberi pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/yrO