Montelabbate: arrestato 21enne per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti

Arresto 2' di lettura 16/04/2012 - Nel tardo pomeriggio di sabato 14 aprile, a Cattolica e a Montelabbate, i militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Riccione, coadiuvati dai colleghi della Stazione Carabinieri di Montecchio, hanno arrestato tre persone perchè responsabili, in concorso tra loro, di detenzione illegale e spaccio di sostanze stupefacenti, lesioni personali gravi come conseguenza di altro delitto e favoreggiamento.

L’attività investigativa era stata avviata a seguito del ricovero presso l’Ospedale di Riccione di un giovane 18enne originario di Cattolica che alle ore 04.00 circa del 27 novembre 2011, mentre stava ballando all’interno di una nota discoteca, si era sentito male e, trasportato in ospedale, era stato giudicato affetto da “insufficienza renale acuta, stato di agitazione psicomotoria ed allucinazioni visive in abuso di sostanze stupefacenti”. I Carabinieri, subito allertati dal personale sanitario, avevano tempestivamente escusso a sommarie informazioni gli addetti all’ambulanza che avevano trasportato il giovane in ospedale ed il personale sanitario della rianimazione, accertando che, in alcuni momenti di lucidità, il paziente aveva riferito di aver assunto un quantitativo di MDMA variabile da 1 ad 1,3 grammi. Veniva inoltre acquisito il referto tossicologico che confermava la presenza di anfetamine, metamfetamine, benzodiazepine, cocaina e cannabinoidi confermando pertanto le dichiarazioni rilasciate dai medici.

Nel prosieguo delle indagini, oltre ad appurare che il giovane 18enne aveva assunto tre pastiglie di ecstasy acquistate da un altro giovane, i Carabinieri, tenuto conto delle gravi condizioni del ragazzo, ricoverato in prognosi riservata, informavano il Sostituto Procuratore della Repubblica di turno, oltre a riportare informazioni alla madre e gli amici del giovane de attivarsi per recuperare tutti gli effetti personali del 18enne che potevano essere rimasti in possesso di suoi eventuali accompagnatori. Grazie allo sviluppo degli elementi informativi acquisiti, i militari sono riusciti a ricostruire l’intero accaduto e ad assicurare alla giustizia i responsabili dello spaccio. I tre arrestarti, M.M., nato a Rimini nel 1990 e residente a Cattolica, celibe, incensurato; - S.A.A., nato a Cattolica nel 1992 ed ivi residente, celibe, incensurato; - S.C., nato in Romania nel 1991 e residente a Montelabbate (PU), celibe, con vicende penali a carico, sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni a disposizione dell’A.G. mandante.






Questo è un articolo pubblicato il 16-04-2012 alle 15:42 sul giornale del 17 aprile 2012 - 1751 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, pesaro, arresto, vivere pesaro, cattolica, spaccio di sostanze stupefacenti, manette, rossano mazzoli, notizie pesaro, arresto pesaro, primo piano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xPE