La Giunta Regionale ha stabilito che il polo ospedaliero Marche Nord sorgerà a Fosso Sejore

fosso sejore ospedale unico 3' di lettura 23/01/2012 -
Il nuovo complesso ospedaliero a servizio dell’Azienda Ospedali Riuniti Marche Nord sorgerà nell’area di Fosso Sejore nel Comune di Pesaro. Lo ha stabilito lunedì mattina la giunta regionale che ha portato a termine il procedimento per l’individuazione del sito ed ha approvato lo studio di prefattibilità del progetto che individua obiettivi e funzioni.



“La scelta – spiega l’assessore alla Salute Almerino Mezzolani - è stata fatta sulla scorta della relazione tecnica svolta da un gruppo di lavoro di esperti regionali che, su mandato dell’assessorato, ha valutato i siti potenzialmente idonei sulla base delle proposte avanzate dai Comuni di Pesaro, Fano e Mombaroccio e tenendo conto dell’analisi comparativa trasmessa dalla Provincia di Pesaro e Urbino. La località di Fosso Sejore è risultata la più facilmente accessibile in relazione ai tempi di percorrenza e per la possibilità di utilizzare l’attuale rete viaria, che pur avendo necessità di adeguamento, non deve essere modificata in modo sostanziale”.

Va inoltre sottolineato che il 16 dicembre scorso tutti i sindaci del comprensorio, ad eccezione del sindaco di Mombaroccio, avevano dato il loro assenso sull’area di Fosse Sejore.

“Il processo di integrazione in corso fra le due strutture ospedaliere di Pesaro e Fano – spiega ancora Mezzolani –, rappresenta una importante occasione di miglioramento della capacità di risposta del servizio sanitario pubblico alle crescenti richieste della popolazione residente di tutta la provincia. L’ottimizzazione organizzativa in atto ha come scopo quello di evitare diseconomie, duplicazioni e ridondanze ed è dettata dalla volontà di migliorare in termini qualitativi e quantitativi i servizi e le prestazioni offerte, di facilitare le condizioni di accesso e consentire la piena soddisfazione della domanda espressa dal territorio con la conseguente riduzione della fuga di pazienti verso realtà di altre aree vaste o regioni. In conclusione – sottolinea l’assessore – ci tengo ad assicurare che, finchè la nuova struttura non sarà completata e in funzione, i due attuali ospedali di Pesaro e Fano continueranno a garantire tutta l’assistenza e i servizi necessari”.

In base a queste considerazioni il nuovo ospedale per acuti, sarà in grado di riunire in un’unica struttura all’avanguardia le realtà attualmente presenti sul territorio, spesso duplicate e senza possibilità di ampliamento e di messa a norma nelle rispettive sedi. La nuova struttura sarà realizzata in modo da poter rispondere ai più aggiornati criteri di tecnica ospedaliera avvalendosi di un edificio moderno, pienamente rispondente ai criteri di umanizzazione della cura, e allo stesso tempo, in accordo con le linee guida enunciate dal Ministero della Salute.

La proposta progettuale prevede un dimensionamento per ogni singolo reparto e servizio all’interno di tre categorie principali: degenza, diagnosi e cura e servizi generali. I posti letto di degenza saranno suddivisi per intensità di assistenza. Di seguito, in modo indicativo e non esaustivo, sono elencate le principali discipline da prevedere e organizzare secondo criteri di intensità di assistenza: chirurgia generale, neurochirurgia, ortopedia e traumatologia, ostetricia e ginecologia, urologia, oculistica, otorinolaringoiatria, gastroenterologia, terapia intensiva – rianimazione, utic, cardiologia, malattie endocrine, medicina, generale, medicina d’urgenza, oncologia, ematologia, pediatria, nefrologia, neurologia, psichiatria, neuropsichiatria infantile, geriatria, pneumologia, malattie infettive.

Per consentire una efficacia attività di diagnosi e cura, indicativamente sono da prevedere: ambulatori monospecialistici e multidisciplinari, punti prelievo, laboratorio analisi, anatomia patologica, servizi dialisi, centro trasfusionale, pronto soccorso con adeguato spazio per l’elisuperficie, area OBI, blocco operativo per attività ordinaria, in day surgery e di chirurgia ambulatoriale; blocco travaglio – parto, servizi diagnostici per immagini (sale TAC, RMN, MAM. Radiologia, ECO), emodinamica, endoscopia, medicina nucleare con sale Pet e sale Gamma, radioterapia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-01-2012 alle 17:38 sul giornale del 24 gennaio 2012 - 1478 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, almerino mezzolani, pesaro, Comune di Pesaro, vivere pesaro, pesaro e urbino, Ospedali Riuniti Marche Nord, ospedale unico, fossosejore ospedale, fossosejore, marche nord

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/ugF





logoEV
logoEV


.