Dal trauma alla rinascita, interesse e partecipazione all’incontro de La Gilda onlus

Dal trauma alla rinascita, interesse e partecipazione all’incontro de La Gilda onlus 3' di lettura 13/12/2011 -

Partecipato confronto al convegno promosso dall’associazione La Gilda con esperti nella disabilità post-trauma. Il sociologo Carlo Bertozzini ha illustrato il metodo d’intervento de La Gilda onlus, esperienza a tutt’oggi unica in Italia, per il trattamento di traumatizzati e persone colpite da malattie invalidanti. Presentati anche i risultati dell’indagine provinciale condotta dalla Sigma Consulting sul tema della percezione sociale della disabilità.



Ha suscitato molto interesse la presentazione dell’associazione di volontariato La Gilda e del suo metodo d’intervento a sostegno di persone in situazioni di disabilità post – trauma, dovute a incidenti o malattie. L’attività della onlus, nata a Pesaro nel 2004 e ancora oggi un’esperienza unica in Italia, è stata al centro del convegno “Rivoluzione e cambiamento. Dal trauma alla rinascita” tenutosi giorni fa all’Auditorium di Palazzo Montani Antaldi, su iniziativa dell’associazione con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, la Provincia di Pesaro e Urbino, il Comune di Pesaro, il Centro servizi volontariato e l’Ambito Territoriale Sociale n° 1. L’incontro, che ha visto la partecipazione di amministratori locali, professionalità del mondo sanitario e operatori sociali, ha affrontato il tema della disabilità post-trauma e delle strategie d’aiuto al problema, offrendo anche testimonianze di “rinascita”.

Il sociologo Carlo Bertozzini, fondatore de La Gilda onlus, ha illustrato il progetto dell’associazione. Tale metodo, scaturito dalla stessa esperienza personale di Bertozzini e messo a punto in oltre 7 anni di attività, prevede un trattamento per la persona traumatizzata e uno per la famiglia considerandoli separatamente, come due parti dello stesso insieme, e congiuntamente come unico sistema; un percorso distinto per due gruppi che procedono parallelamente (diretti interessati e familiari), seguiti da counselor professionisti, contribuisce a mantenere integra non solo la capacità di benessere di ognuno ma anche quella del nucleo familiare. Questi percorsi gratuiti di sostegno, che si svolgono con incontri settimanali presso il centro di formazione dell’Asur in via Lombroso 37 a Pesaro, riprenderanno da martedì 10 gennaio 2012, dopo la pausa delle festività natalizie.

Nell’ambito del convegno, sono stati presentati anche i risultati di una ricerca provinciale condotta dalla Sigma Consulting, su iniziativa dell’associazione, sul tema della percezione sociale della disabilità e sullo scenario nel quale La Gilda onlus si trova ad operare. Sigma Consulting, attraverso uno studio demoscopico condotto sui residenti della provincia di Pesaro-Urbino, ha verificato che la percezione sociale della disabilità è alquanto stereotipata e riduttiva. Lo studio ha anche evidenziato che tale condizione evoca ancora paura e disagio e che nessuno ne risulta indifferente. Nell’ambito della disabilità post-trauma è emerso poi che sono le famiglie in primis ad occuparsi del traumatizzato, ma 1 cittadino su 3 sostiene che sono proprio le associazioni di volontariato a rendere possibile il sostegno di tali situazioni. Risultati dunque, che sottolineano ancora di più l’importanza e la necessità di un’attività come quella de La Gilda onlus.


da Centro Servizi per il Volontariato




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-12-2011 alle 17:15 sul giornale del 14 dicembre 2011 - 872 letture

In questo articolo si parla di attualità, centro servizi per il volotariato, pesaro, incontro, vivere pesaro, partecipazione, la gilda onlus, trauma, rinascita, interesse, Carlo Bertozzini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/sTv