Basket: Scavolini sbaglia e si arrende all'Umana Venezia, 58-71

basket generico 2' di lettura 06/11/2011 -

La Scavolini Siviglia parte bene contro l'Umana Venezia ma non approfitta delle difficoltà iniziali a realizzare degli avversari. Al contrario, i locali sbagliano troppo e cedono il passo agli avversari che vincono 71 a 58.



Due spunti di Hackett e White dalla media aprono la gara tra Scavolini Pesaro e Umana Venezia. Hickman schiaccia da fermo e a metà tempo, grazie ancora ad un canestro vincente di Hackett, Pesaro si porta a +10 (14-4). Venezia fatica a trovare il canestro. Poi una tripla di Clark e una di Bryan accorciano le distanze (16-12). Due falli nel giro di 20 secondi per Lydeka. Fantoni sulla sirena in tap-in chiude sul 16 a 14.
Nel secondo quarto Venezia lavora bene sui blocchi mentre Pesaro sbaglia. Tanto che a metà tempo il tabellone segna 19 a 34 per i lagunari. La carica la suonano Jones e White che capitalizzano in area (25-34). Pesaro si mette a zona ma la Reyer continua ad attaccare ordinatamente. Hickman per Lydeka che schiaccia (27-36) ma poco dopo commette il terzo personale in attacco. Jones e Fantoni dominano a rimbalzo. Nel finale lo stesso Lydeka segna i due liberi del riposo (29-36).

Alla ripresa dalla pausa lunga, Fantoni spinge Venezia ancora avanti 29-41. Hackett scuote i suoi con due contropiedi (35-42). Venezia in campo con il quintetto "coloured" Clark, Bowers, Young, Slay, Bryan. Hackett ancora con responsabilità attacca Clark in post basso (41-47 a 2'30" dalla fine). Ottima rotazione di Pesaro e Hackett mette la tripla che fa esplodere l'astronave. 4° fallo in attacco di Bryan. Nel finale triple di Jones e liberi di Clark e Hackett per il 49 a 52.

Il quarto quarto vede ancora protagonista Hackett: ruba e regala la schiacciata a White che poco dopo è autore del sorpasso (53-52). Pesaro non trova continuità in attacco e Venezia vola in transizione (57-67 a 2'30" dal termine). Hackett ci prova con il cuore ma, dopo una penetrazione con un netto fallo non ravvisato dagli arbitri, perde la pazienza e si merita il fallo tecnico (5° personale) che pone fine all'incontro (58-71).


Quintetti Iniziali
Pesaro: Hickman, Hackett, White, Jones, Cusin
Venezia: Clark, Slay, Szewczyk, Young, Fantoni.

Singoli quarti T1 T2 T3 T4
Scavolini Siviglia Pesaro 16 13 20 9
Umana Venezia 14 22 16 19

Progressivi T1 T2 T3 T4
Scavolini Siviglia Pesaro 16 29 49 58
Umana Venezia 14 36 52 71






Questo è un articolo pubblicato il 06-11-2011 alle 22:34 sul giornale del 07 novembre 2011 - 1089 letture

In questo articolo si parla di sport, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/rjy





logoEV
logoEV


.