'Un’altra manovra è possibile', la Cgil chiama allo sciopero generale

Sciopero Cgil 1' di lettura 05/09/2011 -

Martedì 6 settembre la Cgil scende di nuovo in piazza dopo aver proclamato uno sciopero generale di otto ore contro la/le Manovra correttiva del Governo che giudica iniqua, inutile, ingiusta e insopportabile. Concetti ribaditi anche domenica dalla segretaria generale Susanna Camusso presente alla Festa nazionale democratica in corso a Pesaro.



La Cgil provinciale, per quanto riguarda la manifestazione ha modificato il percorso. Alle 9 è previsto il concentramento in piazzale Primo Maggio. Da qui partirà il corteo lungo via Marsala per imboccare via Rossini e via Branca fino a piazzale Lazzarini dove sul palco parleranno la segretaria provinciale Simona Ricci e, per le conclusioni, il segretario generale della Cgil Marche Gianni Venturi.

Siamo consapevoli delle difficoltà dei lavoratori a scioperare in questa difficile fase, ma crediamo che sarà una manifestazione partecipata –sottolinea l’organizzazione – perché in questi pochi giorni di preparazione abbiamo capito che in tanti la pensano come noi: i lavoratori, le lavoratrici, i pensionati, i giovani, gli studenti, tutti coloro insomma che non vogliono più pagare il prezzo della crisi. E non vogliono pagare per tutti quelli che non pagano mai”.

La Flc (sindacato scuola della Cgil) informa che nonostante lo sciopero, i suoi funzionari saranno presenti al Provveditorato per garantire il normale svolgimento delle nomine.

Numerose le adesioni ricevute da sindaci e amministratori del territorio provinciale.


   

da CGIL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-09-2011 alle 16:31 sul giornale del 06 settembre 2011 - 993 letture

In questo articolo si parla di attualità, cgil, sciopero, sciopero generale, cgil pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/o16





logoEV
logoEV


.