Croce Rossa: d’estate il soccorso arriva anche in bici

Croce Rossa in bicicletta a Piazza di Spagna a Roma 2' di lettura 16/08/2011 -

Giovedì 18 agosto alle ore 21 nel piazzale della Libertà sarà presentato il servizio “CRINBICI” alla cittadinanza e ai turisti che trascorrono sulle nostre spiagge le loro vacanze. Sulla ciclabile di sottomonte i volontari C.R.I. su due ruote con defibrillatore.



Cercheranno di vigilare sui turisti e pedoni colti da malore nella spiaggia di sottomonte e nelle piste ciclabili della nostra città , dove è più difficile l’intervento immediato delle autoambulanze. In dotazione avranno un kit di rianimazione per adulti e pediatrico. Attrezzature alloggiate in apposite borse installate ad arte sul telaio della bicicletta, così da consentire alla stessa di muoversi comunque agevolmente su qualsiasi terreno.

Un´idea che nasce dall´esperienza della "London Bicycle Ambulance", soccorso su due ruote attivo da oltre 10 anni nella capitale inglese ed anche a Roma da qualche anno, poi diffusa in varie città italiane, perché si è rivelata importantissima negli interventi rapidi di rianimazione del paziente in attesa, naturalmente, dell´arrivo dell´ambulanza e diminuendo del 25% i decessi per infarto.

Anche a Pesaro i volontari della Croce rossa “pedaleranno” ogni giorno sulla ciclabile che va verso Fano al fine di fornire un servizio rapido di pronto soccorso sull´infortunato in attesa dell´ambulanza.

Un´idea, quella della "Cri in bici", realizzata grazie alla grande sensibilità e sostegno nelle ditte: Gist srl di Riese Treviso, Tecnobike srl di Urbino Il Mondo a due Ruote di Pesaro Signor Torino Marinelli che hanno donato alla Croce Rossa Comitato Locale di Pesaro le biciclette e le apparecchiature necessarie per realizzare il servizio.

Durante la serata sarà presentato anche il Progetto Nazionale "Chi salva un bambino salva il mondo intero", una campagna nazionale di Croce Rossa Italiana per la diffusione delle linee guida sulla disostruzione pediatrica.

La Società Italiana di Pediatria ha stimato (dati 2007) che ogni anno almeno 50 bambini perdono la vita per cause dovute al soffocamento da "corpo estraneo" (cibo, giochi, caramelle,...). Ma la cosa che colpisce di più è sapere che chi si trova ad assistere ai primi, drammatici momenti di emergenza non sa come intervenire o lo fa in modo non adeguato. Mentre con le giuste manovre è possibile salvare la vita di un bambino.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-08-2011 alle 10:05 sul giornale del 17 agosto 2011 - 1628 letture

In questo articolo si parla di attualità, croce rossa italiana, roma, pesaro, croce rossa, piazza di spagna, invito, crinbici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/otb





logoEV