I Montezuma guardano 'di nuovo lontano'

Montezuma: Alessandro Albergamo, Andrea Panicali, Carlo Uguccioni e Lorenzo Guccini 2' di lettura 27/06/2011 -

Suggestioni sonore e performance visive andranno in scena nel prossimo concerto live dei Montezuma, che giovedì sera, 30 giugno, presenteranno il loro nuovo album Di Nuovo Lontano in uno spettacolo inedito, nella cornice di uno dei locali storici dell’estate pesarese.



A partire dalle 22:30 il concerto al Portillo mescolerà suono e immagini all’insegna della contaminazione artistica, grazie alla partecipazione del visual-artist Stri, autore anche della copertina del disco. Con il fluire della musica, grafismi contemporanei prenderanno forma in un'unica opera liquida, che catturerà il pubblico per accompagnarlo in un viaggio di emozioni. L’evento vede la collaborazione del team di comunicazione chiararicci concept.

Da quasi 10 anni insieme, i quattro ragazzi, Alessandro Albergamo, Andrea Panicali, Carlo Uguccioni e Lorenzo Guccini, non sono soltanto una delle band più seguite a Pesaro, ma rappresentano anche un caso promettente nell’ampio scenario della musica indipendente, dimostrato dalla recente partecipazione come unica band marchigiana all’Italia Wave Love Festival.

Con il loro album ripercorrono le tappe fondamentali del più recente percorso artistico, che nasce nei primi mesi del 2011 tra Pesaro e Ravenna, e si rafforza con la creazione di una propria etichetta, i Dischi dell'Apocalisse.

Melodie post rock, linee di basso eclettiche e distorte, una batteria grunge e la potenza del post hardcore: questo l’insieme di stili che compone il punk dell’apocalisse, un fortunato neologismo coniato dalla band stessa per descrivere il genere a cui appartiene.

Sintomo di un’elaborazione più approfondita non soltanto della tecnica musicale, ma anche di un concept fatto proprio, i Montezuma sono oggi a Pesaro un bell’esempio nella cultura del suono, e sono in grado di farsi ascoltare anche dai meno intenditori, a significare una qualità che va oltre i gusti e gli stili.

Di Nuovo Lontano è il primo disco prodotto sotto la nostra nuova etichetta I Dischi dell’Apocalisse. I brani spaziano da un post rock dilatato al grunge postmoderno, passando per progressive, math-rock e psichedelia. - dice il chitarrista Lorenzo Guccini - Vogliamo che il pubblico, ascoltando la nostra musica, si senta travolto da un’apocalisse del suono, che scuote le emozioni dal profondo. Il pubblico di Pesaro è per noi come un amico di vecchia data: dal palco ci sentiamo sempre in assoluta sintonia con tutti coloro che ci seguono. Tanti sono i volti conosciuti, ma molto spesso abbiamo la sorpresa di trovarci davanti anche spettatori nuovi, arrivati perché incuriositi dalla nostra proposta artistica. Il concerto al Portillo, con la sua identità poliedrica, nasce così per parlare a ciascuno di loro, come un’ulteriore evoluzione della nostra ricerca e sperimentazione musicale.”








Questo è un articolo pubblicato il 27-06-2011 alle 17:12 sul giornale del 28 giugno 2011 - 1138 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, pesaro, montezuma, roberta baldini, alessandro albergamo, andrea panicali, carlo uguccioni, lorenzo guccini, di nuovo lontano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mDe





logoEV