Ricci: 'Bici, sport e territorio, un legame sempre più forte'

matteo ricci 2' di lettura 07/05/2011 -

Abbiamo scommesso sulle piste ciclabili, all’interno del nostro Piano strategico "Provincia 2020", perché crediamo che, a tutti gli effetti, possono diventare la nostra metropolitana nelle città delle costa. E nelle aree interne del territorio porteranno sicuramente un contributo importante nella promozione del turismo sportivo, ambientale e di qualità.



Vogliamo diventare sempre più la provincia della bicicletta: per questo consideriamo le piste ciclabili infrastrutture del benessere e non semplice arredo urbano. E’ una concezione che rivoluziona le vecchie linee della mobilità, supera l’obsoleta dimensione del traffico tradizionale e porta finalmente ad un rapporto nuovo tra cittadino e centro urbano. Un esempio di quello che stiamo - giorno dopo giorno - diventando si avrà domenica con la giornata nazionale della bicicletta, a cui aderirò in maniera convinta pedalando lungo le piste di Pesaro insieme a migliaia di altri ciclisti.

Abbiamo da poco inaugurato il tratto Fano-Fosso Sejore, un’opera che consente di avere, per la prima volta, un collegamento dal porto di Pesaro a quello di Fano. Un risultato importante verso il tema della provincia più felice e della qualità della vita, a cui senz’altro va aggiunto il successo della pista Ponte Vecchio-Torraccia del Comune di Pesaro, splendido corridoio verde lungo il Foglia, nato da poco ma già percorso da un grande numero di famiglie e turisti. Riscontri indiscutibili, che spingono gli amministratori a continuare su questa strada. Dove in cantiere ci sono già programmi importanti, dalla Pesaro-Rio Salso ai tracciati da realizzare lungo il Foglia. L’obiettivo a cui guardiamo è congiungere Pesaro, Fano e Urbino, attraverso una delle ciclabili più grandi e belle d’Europa.

Le nostre piste sono diventate un vero e proprio valore aggiunto per l’offerta turistica. Un elemento che ha anche consentito, insieme all’unicità del paesaggio e alla varietà del patrimonio artistico e culturale, di rafforzare il nostro legame con il Giro d’Italia e così, nelle edizioni dei prossimi anni ospiteremo nuovamente la corsa rosa con grandi e suggestive tappe nel nostro territorio. La rete territoriale delle ciclabili, che vogliamo segnare a livello urbanistico, è destinata ad aumentare e a portare con sé anche lo sviluppo ulteriore della qualità della vita nella provincia. Che domenica sarà non solo da vivere pedalando, ma anche correndo, considerata la felice concomitanza con la ColleMarathon, diventata una delle principali maratone italiane, lungo il percorso da Barchi a Fano.

Vogliamo incentivare sempre più eventi di questo tipo, perché abbiamo tutte le caratteristiche, i requisiti, e le prerogative necessarie, dalle infrastrutture all’unicità del paesaggio per essere un vero e proprio polo d’attrazione nazionale nel settore. Anzi, siamo il luogo ideale. Complimenti dunque, agli organizzatori delle due manifestazioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-05-2011 alle 13:32 sul giornale del 09 maggio 2011 - 944 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, matteo ricci, Provincia di Pesaro ed Urbino, piste ciclabili

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kvq





logoEV