Il Comune festeggia 18 neo cittadini italiani

1' di lettura 28/04/2011 -

Cerimonia pubblica in Comune sabato 30 aprile alle 11.00 sala Rossa. Storie di migranti a lieto fine che lasciano il proprio Paese spesso per sopravvivere alla miseria o alla guerra e dopo tanti anni e un lungo iter burocratico ottengono la cittadinanza dallo Stato che li ha accolti.



Il Comune di Pesaro sabato 30 aprile, alle 11.00, nella sala Rossa, celebrerà in forma pubblica il nuovo status di 18 cittadini insieme alla Prefettura.

La cerimonia, divenuta ormai un rito, prevede il giuramento di fedeltà alla Costituzione e alle leggi della Repubblica e, al termine, l’omaggio di una copia della nostra Carta fondamentale come base un nuovo rapporto basato sui diritti e sui doveri.

Dei diciotto neo cittadini (12 femmine e 6 maschi) sei provengono dall’Europa (due dei quali comunitari), tre dall’Asia, cinque dall’Africa e quattro dall’America Latina.

Una cerimonia evocativa, quella che periodicamente si celebra al Comune di Pesaro, di un altro modello di accoglienza, ospitalità e integrazione in contrasto con le immagini quotidiane di viaggi e di approdi incerti e pericolosi, di fughe e di illusioni che si infrangono sugli scogli o ai confini di uno Stato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-04-2011 alle 11:27 sul giornale del 29 aprile 2011 - 978 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, migranti, Comune di Pesaro, repubblica italiana, sala rossa, neo cittadini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/j7F





logoEV
logoEV
logoEV