Mercatino conca: il programma elettorale di Omar Lavanna

OMAR LAVANNA 6' di lettura 20/04/2011 -

Nell’andare a definire i punti strategici del nostro programma ci sembra opportuno ripartire, al fine di garantire la continuità di tipo amministrativo di cui già abbiamo parlato, dal programma triennale delle opere pubbliche. In tale sede di definizione del programma triennale ci siamo proposti tra le altre cose di intervenire sull’area dell’ex mercato coperto, per la cui riqualificazione sono già stati approvati i progetti e sono state già avviate le procedure di appalto. 



Raggiungeremo l’obiettivo di recuperare un’area centrale che oggi è in forte degrado, nel segno di continuare a portare qualità e dunque di incentivare nuovi percorsi di rinnovamento del tessuto urbano anche da parte dei privati. Proseguiremo con l’opera di ristrutturazione dell’edificio comunale che dopo l’ottimo risultato di restauro della sala teatro, dedicata in omaggio al caro Dott. Baffone, prevede il rifacimento della facciata, la creazione di un nuovo archivio comunale e di una sala interna per il ricevimento al pubblico. Ci siamo già adoperati per l’ottenimento dell’ultimo stralcio di finanziamento finalizzato a completare l’opera di risanamento del cimitero del capoluogo. Intendiamo valorizzazione e recuperare il vecchio muraglione sul lungo Conca quale patrimonio storico del nostro comune ed elemento per sviluppare un nuovo rapporto fra i cittadini e l’area più prossima al nostro fiume. Proseguiremo con la sistemazione degli arredi urbani in particolare mediante l’installazione di nuovi punti luce e di una nuova cartellonistica storica all’ingresso sia del capoluogo sia delle frazioni. È già stata progettata da parte della Provincia una nuova rotatoria sulla circonvallazione all’origine del paese in direzione San Marino, per completare la messa in sicurezza della viabilità agli ingressi principali del paese e offrire opportunità promozionali in zone di particolare visibilità. Intendiamo riservare, compatibilmente con le esigenze di bilancio, una particolare attenzione al rifacimento dei marciapiedi in zona a valle del paese, zona Tassona e Centirocco.

Per quel che riguarda il comparto scuola, dopo la costruzione del nido d’infanzia e gli interventi effettuati sulla scuola materna, ci proponiamo di proseguire il percorso già in essere di adeguamento strutturale e funzionale della scuola media. Sono già allo studio ipotesi alternative per realizzare un innovativo complesso scolastico di vallata omnicomprensivo nel nostro paese con la collaborazione delle altre Istituzioni. Per l’erogazione dei servizi sarà nostra premura compatibilmente con le risorse finanziarie non apportare aumenti alle rette per la mensa, e mantenere gratuito a differenza di quasi tutti gli altri comuni il servizio di trasporto scolastico. Grazie al rapporto già in essere con le varie associazioni del territorio proseguiremo con la valorizzazione d’iniziative che portino alla riscoperta delle tradizioni e dello sviluppo commerciale. Mai come oggi è importante lanciare un messaggio di educazione al rispetto della cosa pubblica e dell’ambiente, per questo ci impegniamo a proseguire con le opere d’installazione di nuovi impianti fotovoltaici nel segno di un’energia pulita che è non solo auspicabile ma possibile, compatibilmente con il nostro territorio da tutelare; i nuovi siti adibiti a tale scopo sono già stati individuati nell’edificio comunale e nel complesso scolastico, dove è importante lanciare ai ragazzi un invito ancor più forte in tal senso.

Per quanto concerne la raccolta differenziata intendiamo provvedere alla razionalizzazione del servizio di nettezza urbana e alla realizzazione ove necessario delle piazzole di sosta per i cassonetti, per mitigarne l’effetto estetico non sempre gradevole all’interno del centro abitato; sarà predisposto inoltre un nuovo punto di raccolta per rifiuti ingombranti. A seguito della calamità naturale che ha colpito recentemente la nostra Regione, è stato avviato un intenso lavoro di collaborazione con la Provincia di Pesaro Urbino al fine di garantire nel più breve tempo possibile il rifacimento delle strade provinciali danneggiate soprattutto nella zona di Piandicastello, e per quanto riguarda quelle di competenza comunale interverremo sulle strade in località Cà Maggio, Cà Minello, Cà Fabbruccio, Ripalta e intendiamo provvedere all’ampliamento della strada d’ingresso a Monte Altavelio. Intendiamo ristrutturare gli edifici pubblici sia di Monte Altavelio sia di Piandicastello e intervenire in zona Trebbio sia per le strade che per l’illuminazione. Daremo corso a nuove iniziative in ambito sociale e di trasporto a sostegno degli anziani e dei disabili in collaborazione con le associazioni sindacali e di volontariato già operanti sul territorio, iniziative fra cui “il comune ti porta la spesa”, la partecipazione al mercato del venerdì e l’accompagnamento alle visite specialistiche per persone sole o in difficoltà.

Ci stiamo già adoperando per ottenere nella nostra vallata, dopo l’importante risultato della postazione di Emergenza Sanitaria 118 a Mercatino, una postazione dei Vigili del Fuoco. Continueremo a concedere incentivi e contributi alle attività commerciali, professionali e artigianali già insediate o che intendono insediarsi nel nostro territorio. Possiamo sin d’ora garantire una gestione trasparente fatta d’impegno e onestà, che tenda a valorizzare la democrazia attraverso l’incentivazione alla partecipazione della cittadinanza alle sedute del Consiglio Comunale. Tutte le domande e le istanze dei cittadini saranno esaminate con attenzione nel segno della cordialità che già ci ha contraddistinto nel precedente mandato e nel segno di un nuovo modo, autentico di parlare con le persone e più in generale di fare Politica, certamente con la P maiuscola. Informeremo periodicamente la cittadinanza a mezzo stampa sul lavoro dell’Amministrazione e pubblicheremo se lo vorrete le proposte e le domande che ci farete pervenire. Attiveremo nuovi spazi in grado di favorire l’aggregazione fra i giovani e lo sviluppo dei loro interessi.

Oggi il nostro territorio è toccato da un problema nuovo, quello della crisi del mondo del lavoro legato in particolare alla situazione dei lavoratori frontalieri; a tal fine ci impegneremo a seguire da vicino le iniziative attuate dalle provincie di Pesaro e Urbino e di Rimini, in collaborazione con i comuni limitrofi. Intendiamo inoltre approfondire e consolidare i rapporti con gli altri comuni marchigiani e romagnoli della Valconca, inclusi Morciano di Romagna e Cattolica che condividono con noi questa bellissima vallata, nella convinzione che le problematiche dei piccoli comuni debbano oggi essere affrontate da un punto di vista più generale e comprensivo, con una regia il più possibile unificata nel rispetto delle peculiarità dei piccoli comuni che sono l’anima dell’Italia Intera. La prospettiva sarà certamente quella di portare i comuni a sviluppare un’unica azione politica, di maggiore peso e rappresentanza su tutti i livelli istituzionali, nella direzione di tentare di realizzare in futuro un unico Comune della media Valconca che abbia la forza dell’unione e la bellezza delle diversità e delle singole tradizioni. Immaginiamo dunque un nuovo comune fatto di cittadini di oggi, tradizioni di ieri e valori di sempre, che sarà “ più grande, più forte, diverso ma più bello”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2011 alle 23:55 sul giornale del 21 aprile 2011 - 2156 letture

In questo articolo si parla di politica, Omar Lavanna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/jTc





logoEV
logoEV
logoEV