Pian del Bruscolo, un altro anno senza futuro

liberi per colbordolo 2' di lettura 10/04/2011 -

La vera sorpresa sarebbe stata discutere un documento completamente diverso da quello che lo scorso martedì 29 marzo è stato sottoposto al Consiglio dell’Unione Pian del Bruscolo invece, il bilancio di previsione dell’ente per l’anno 2011 è stata una triste conferma.



Il gruppo di minoranza ha ribadito le critiche e le preoccupazioni che da oltre un anno sta evidenziando: scarsa progettualità (per usare un eufemismo), elevata spesa corrente e discutibile gestione dell’ordinario, ci inducono a credere che anche questo sarà un anno di competo stallo per l’associazione dei Comuni della bassa Val del Foglia. La Giunta, composta dai 5 Sindaci, ha presentato al Consiglio la miseria di due progetti di investimento: la difesa idraulica del Fiume Foglia e la costruzione della nuova sede dell’Unione mentre nulla è stato detto in relazione all’accorpamento di nuovi servizi pubblici, al miglioramento e potenziamento dei servizi socio-sanitari, a programmazioni sovracomunali, insomma a tutti quegli atti che dovrebbero essere alla base di una visione comune del territorio.

Per evidenziare quello che è a tutti gli effetti un bilancio insufficiente basti pensare che tutti i trasferimenti provenienti dallo Stato, dalla Regione e dai Comuni appartenenti all’Unione (2.362.000 euro) non sono sufficienti per coprire le spese correnti (2.996.000 euro) e che la quasi totalità delle spese di investimento (1.184.000 euro) sono coperte dall’accensione di mutui e da anticipazioni di cassa (980.000 euro) con un forte incremento dell'indebitamento dell'Ente.Per la nuova sede, che costerà quasi un milione e mezzo di euro, si sono iniziate a pagare le rate già da un anno ma gli amministratori avevano garantito la piena operatività entro Gennaio 2011 così da potere liberare il bilancio dalle uscite dovute all’affitto degli uffici in via Nazionale a Bottega. Purtroppo si è sforato di qualche mese sulla consegna prevista (a tutt’oggi il cantiere della nuova palazzina nel Pian Mauro è aperto) e questo inconveniente ci costerà altri 36.000 euro di affitto nella vecchia sede.

Se a questo aggiungiamo che le risorse richieste ai 5 Comuni fanno registrare un + 77.000 euro rispetto all’anno scorso è facile comprendere come l’Unione stia assumendo sempre più il preoccupante profilo di “centro di spesa improduttivo". Anche i vecchi progetti (già finanziati nei precedenti esercizi finanziari) tardano a vedere la luce (es. videosorveglianza e impianto radio sul territorio) e dalla maggioranza di centrosinistra non giungono rassicurazioni nemmeno sui pochi impegni presi non più di due anni fa con l’approvazione delle linee programmatiche. Se questi sono i presupposti per il futuro dell’Unione, i 5 Sindaci farebbero bene a trovare un minimo di accordo tra loro anziché cercare il colpevole sempre fuori casa.


da Gruppo Consiliare \'Liberi Per Colbordolo\'




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2011 alle 16:43 sul giornale del 11 aprile 2011 - 1061 letture

In questo articolo si parla di attualità, Gruppo Consiliare 'Liberi Per Colbordolo', pian del bruscolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/jsP





logoEV
logoEV
logoEV