Moria di pesci e molluschi da Pesaro a Senigallia

Porto di Pesaro 1' di lettura 05/04/2011 -

La moria dipenderebbe, secondo i biologi, da una fioritura algale. I lavori di escavazione per il prolungamento del molo di Pesaro non sono considerati al momento come causa della “strage”.



A seguito di segnalazioni ricevute nella giornata di sabato da un sub che aveva rilevato, durante una battuta di pesca nel tratto di mare tra la zona Porto e la Palla, la presenza di numerosi pesci morti e poi dalle segnalazioni arrivate dalla Capitaneria di Porto e dall’Arpam, l’istituto zooprofilattico sta facendo i dovuti accertamenti per definire quale sia la causa di questa moria di pesci e molluschi.

Secondo la biologa dell’Arpam Manuela Ercolessi, responsabile dell’unità operativa mare, sembra trattarsi di una condizione di anossia nell’acqua di mare causata da una straordinaria fioritura algale. Quindi per il momento si esclude qualsiasi collegamento con i lavori per il prolungamento del molo anche perche’ dalle analisi effettuate sul materiale per fare il ripascimento della spiaggia di Ponente non risulta nessuna sostanza tossica.






Questo è un articolo pubblicato il 05-04-2011 alle 09:27 sul giornale del 06 aprile 2011 - 1080 letture

In questo articolo si parla di porto, cronaca, senigallia, pesaro, porto di pesaro, roberta baldini, moria pesci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/jf1





logoEV
logoEV