Teatro Rossini: sabato 2 aprile 'I Virtuosi Italiani'

i virtuosi italiani teatro rossini 3' di lettura 30/03/2011 -

Dal Settecento ad oggi: il programma del concerto di sabato 2 aprile, alle 21, al Teatro Rossini di Pesaro, è come un gioco di specchi dove si incrociano passato e presente, legati dal ‘fil rouge’ del virtuosismo. Sul palcoscenico, affiancati da una delle più importanti compagini cameristiche di oggi, protagonisti saranno la bravissima Anna Tifu, giovane violinista e Massimo Mercelli, flautista di fama mondiale.



Sabato 2 aprile 2011, ore 21
Teatro Rossini, Pesaro

I VIRTUOSI ITALIANI
ANNA TIFU violino
MASSIMO MERCELLI flauto
ALBERTO MARTINI primo violino e concertatore
J.S. Bach Concerto per due violini e archi - Suite n. 2 per flauto, archi e basso continuo
G. Sollima “Contrafactus” per flauto e archi
P. De Sarasate “Zigeunerweisen” per violino e orchestra - “Carmen Fantaisie” per violino e orchestra
N. Rota Concerto per archi

I VIRTUOSI ITALIANI

Nato nel 1989, il complesso si è esibito nei più importanti teatri, in Italia e all’estero, e ha inciso per le principali case discografiche, collaborando anche con solisti e direttori di fama mondiale. Tra i successi più recenti ricordiamo il tour in Sud America, il “Concerto per la Vita e per la Pace” (a Roma, Betlemme e Gerusalemme, trasmesso in Mondovisione nel Natale 2009), la partecipazione a festival in Turchia, Francia, Spagna, Slovenia ecc. Interessati al repertorio di confine, I Virtuosi Italiani hanno realizzato progetti con Chick Corea, Goran Bregovic, Michael Nyman, Franco Battiato, Uri Craine e, recentemente, Paolo Fresu. Il 2010 è stato aperto con una tournée in Estonia, che li ha visti per la seconda volta in pochi anni al prestigioso Barokkmuusika Festival 2010, e ha segnato il debutto dell’ensemble nella prestigiosa Royal Albert Hall di Londra. I Virtuosi Italiani organizzano e realizzano una Stagione Concertistica a Verona, cui si affianca una Stagione di musica sacra nei più suggestivi luoghi di culto della città.

ANNA TIFU

Comincia lo studio del violino all’età di sei anni sotto la guida del padre Mircea, già violinista nell'orchestra del Teatro Lirico di Cagliari. All’età di otto anni prosegue con il maestro Salvatore Accardo che la segue anche all'accademia "Walter Stauffer" a Cremona e all’Accademia Chigiana di Siena dove nel 2004 ottiene il diploma d’onore. A undici anni debutta come solista dell'Orchestre national des Pays de la Loire, per una serie di concerti in Francia. Si diploma ad appena quindici anni al conservatorio “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale. Ha studiato, inoltre, sotto la guida di Aaron Rosand, Shmuel Asckenazy e Pamela Frank alla “Curtis Institute of Music” di Philadelphia, dove nel 2005 ha conseguito una borsa di studio, e con il violinista giapponese Koichiro Harada all'École normale supérieure "Alfred Cortot" di Parigi. Suona un violino Carlo Bergonzi (Cremona, 1739), detto “ex Mischa Piastro”, offerto dalla fondazione ProCanale di Milano. Salvatore Accardo l'ha definita "uno dei talenti più straordinari che mi sia capitato di incontrare".

La Stagione Concertistica di Pesaro a cura dell'Ente Concerti è realizzata in collaborazione con il Comune di Pesaro ed il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche, Giunta Regionale, Assessorato alla Cultura, Fondazione Cassa di Risparmio e Banca Marche.

Biglietteria del Teatro Rossini: Sabato 2 aprile 9.30-12.30 / 16.30-19.30 / 20.30 fino all'inizio del concerto. Platea e posto di palco di I e II ordine 15€; posto di palco di III ordine 12€; posto di palco di IV ordine 10€, ridotto 7€; loggione 5€

Per informazioni: Ente Concerti 0721.32482 Teatro Rossini 0721.387620 www.enteconcerti.it info@enteconcerti.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2011 alle 15:25 sul giornale del 31 marzo 2011 - 1667 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, associazione, teatro rossini, i virtuosi italiani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/i3T





logoEV