Il nucleo cinofili dell'Arma di Pesaro in azione a Porto Recanati

carabinieri all'hotel house 1' di lettura 29/03/2011 -

I Carabinieri di Porto Recanati, con l'ausilio dei colleghi del radiomobile di Civitanova, delle stazioni di Montelupone e Potenza Picena e del Nucleo cinofili dell'Arma di Pesaro, hanno effettuato nuovi controlli e perquisizioni all'Hotel House, gigantesco condominio composto da quasi 500 appartamenti e abitato da circa 3000 persone, quasi tutte straniere.



Al termine dell'attività di controllo, i militari hanno rinvenuto in uno degli appartamenti del condominio multietnico strisce di cocaina disposte su un piatto, dieci telefoni cellulari, un pc portatile (marca Acer), 5 macchine fotografiche digitali di marca (fra le quali un Olympus mod C350, Sony mod. cybershot, Casio mod. exilim, Fuji mod. A 500 e Canon mod. ixusu-60) e circa 3 mila euro in contanti.

Pertanto il tunisino di 31 anni, evaso dagli arresti domiciliari a Mazara del Vallo e destinatario di una custodia cautelare della magistratura abruzzese per reati connessi agli stupefacenti, è stato tratto in arresto con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, furto e ricettazione. Tre connazionali, inoltre, dimoranti nello stesso appartamento dell'arrestato, sono stati denunciati per concorso nei reati.






Questo è un articolo pubblicato il 29-03-2011 alle 20:54 sul giornale del 30 marzo 2011 - 943 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, porto recanati, pesaro, hotel house, rossano mazzoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/i3j





logoEV