Il 27 marzo nella Casa Circondariale di Pesaro la 50esima Giornata Mondiale del Teatro

Gianfranco De Bosio 2' di lettura 09/03/2011 -

Quest’anno il Centro Teatrale Aenigma, in collaborazione con la Direzione della Casa Circondariale di Pesaro, ha voluto organizzare presso la sala teatrale dell’istituto in via Fontesecco 88 a Villa Fastiggi un incontro con un ospite d’eccezione, il Maestro Gianfranco De Bosio, che terrà per l’occasione una conferenza rivolta alla Compagnia teatrale Lo Spacco, composta da attrici e attori detenuti ed aperta ad un pubblico esterno che chieda l’autorizzazione all’ingresso in carcere entro il 10 marzo.



Dal 1962, come ogni 27 di marzo, si celebra anche quest’anno la Giornata Mondiale del Teatro per volontà dell’ I.T.I. (International Theatre Institute) creato dall’UNESCO nel 1948. In oltre cento nazioni dei Cinque Continenti saranno organizzate iniziative introdotte da un messaggio di una personalità di spicco del mondo del teatro internazionale, tradotto in trentacinque lingue ed in oltre cento stazioni radiofoniche e televisive.

Nel 1962 fu Jean Cocteau a inviare il primo messaggio al Mondo, quest’anno è la volta dell’attrice e drammaturga ugandese Jessica A. Kaahwa, amata a livello internazionale anche per il suo impegno umanitario.

Il Centro teatrale Aenigma (che rappresenta in Italia la International University Theatre Association, organismo strettamente collegato all’I.T.I.) festeggia ogni anno l’avvenimento dal 2006, quando ha organizzato presso l’Ateneo di Urbino il sesto Congresso mondiale del teatro universitario.

Gianfranco De Bosio, classe 1924, protagonista della storia della cultura italiana degli ultimi 65 anni (non solo a teatro ma anche nel cinema e in televisione) tuttora docente di Elementi di regia all’Università di Milano e alla Scuola del Piccolo Teatro diretta da Luca Ronconi, è Presidente del Comitato Scientifico dell’Istituto Internazionale per l’Opera e la Poesia dell’UNESCO.

Nel corso dell’incontro sarà proiettato in anteprima un filmato di Maria Celeste Taliani sullo spettacolo Lettere dal carcere, ultimo allestimento della Compagnia Lo Spacco, frutto di una drammaturgia collettiva alla quale è stato assegnato il 22 gennaio scorso il Premio nazionale letterario Gramsci dalla Associazione “Casa natale Gramsci” di Ales (Oristano).

A festeggiare insieme a detenute e detenuti anche gli allievi della IIIB dell’Istituto Comprensivo “Galilei” di Villa Fastiggi, impegnati in un progetto biennale di laboratorio teatrale che li porterà nei prossimi mesi a realizzare uno spettacolo su “I sogni dei reclusi” grazie al sostegno dell’Ambito territoriale sociale di Pesaro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2011 alle 16:54 sul giornale del 10 marzo 2011 - 877 letture

In questo articolo si parla di attualità, Teatro Aenigma, gianfranco de bosio, casa circondariale di pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/igZ





logoEV
logoEV
logoEV