Calcio a 5: Pesaro Five batte Aosta 8 a 0

Pesaro Five 3' di lettura 06/03/2011 -

I rossiniani di Neri vincono e convincono contro l’Aosta la gara che segna il ritorno al palaFiera dopo quasi due mesi di assenza. Una gara senza storia o quasi, facilitata dalle tre marcature iniziali che hanno fiaccato le velleità degli avversari.



Al primo vero affondo l’Italservice passa. Azione caparbia di Melo sull’out di destra, in qualche modo la sfera arriva a Bernardes che buca Mastrogiacomo (1-0). Nemmeno il tempo di rimettere la palla al centro che arriva il raddoppio. Bernardes recupera palla e innesta Carmine Russo, un avversario strattona ma il capitano - in scivolata - riesce a indirizzare a rete gonfiandola. Altri 30 secondi e arriva pure il 3-0. Merito di Irineu Zanatta detto “Sapinho”, che da posizione impossibile esulta dopo un altro assist di Bernardes.

Gara finita dopo nemmeno 5’30”? Non proprio, anche se ovviamente per l’Aosta è dura rispondere al triplice colpo dei pesaresi. Magalhaes, il migliore dei suoi, riceve applausi per un numero d’alta scuola che meriterebbe miglior sorte (Sartori salva sulla linea), poi Bernardes, Russo e lo stesso Sartori sfiorano la segnatura senza riuscire ad esultare per il poker. Fabricio Zanatta vola su Magalhaes, che poi colpisce un palo clamoroso. Il tempo si chiude con tiro fiacco di Bruscolini, con una girata fuori di Bernardes (meraviglioso nell’occasione l’assist di Sapinho) e con Melo che colpisce il palo esterno.

A inizio ripresa Sapinho chiama Mastrogiacomo al grande intervento. Lo emula Fabricio Zanatta impegnato severamente da Paolo Guaramonti, prima che De Oliveira cicchi a due passi dalla gloria e prima che Nelsinho non mandi alto un pallonetto in solitaria. Anche nella seconda frazione però, così come nella prima, arrivano tre gol a stretto giro di posta. Merito di Sartori, che ruba palla e segna, di Nelsinho (altro cuoio recuperato a metà campo prima di fare bingo) e di Melo, che concretizza un’azione a velocità supersonica iniziata da Sartori con un tocco possibile da comprendere solo con il rallenty.

Lo stesso Everton Sartori sigla anche il 7-0 e l’8-0, con l’Aosta proteso in avanti col portiere di movimento per cercare di riavvicinarsi all’Italservice senza riuscirvi. Finisce col palaFiera ad applaudire per tre punti che, pur non significando ancora salvezza, avvicinano i pesaresi alla meta perché ottenuti contro una diretta concorrente. Un risultato che permette di affrontare con più leggerezza il prossimo proibitivo impegno con la capolista Casinò di Venezia.

Italservice Pesaro Five: Zanatta F., Barro, Sartori, Zanatta I., Russo, Nelsinho, Melo, Bernardes, Bruscolini, Sosin, Pieri, Rossi. All. Neri.
Aosta: Faustinelli, Magalhaes, Lucinaz, Guaramonti P., Cannella, De Oliveira, Fumes, Yukio, Guaramonti A., Spingola, Mastogiacomo, Gomes. All. Gomes.
Arbitri: Davide Lampedecchia (Roma 2) e Pierluigi Bedendo (Rovigo), crono Fabrizio Spalla (Forlì).
Reti: 4’01” Bernardes (PF), 4’58” Russo (PF), 5’26” Zanatta I. (PF) del p.t.; 6’31” Sartori (PF), 7’02” Nelsinho (PF), 7’27” Melo (PF), 9’43” Sartori (PF), 16’20” Sartori (PF) del s.t.
Ammoniti: Fumes.
Note: spettatori 350 circa.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2011 alle 13:41 sul giornale del 07 marzo 2011 - 1073 letture

In questo articolo si parla di sport, pesaro, calcio a cinque, pesaro five

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/h9k





logoEV
logoEV
logoEV


.