Gabicce: usura, denunciate 3 persone e sequestrati beni per 20 milioni

Guardia di Finanza 1' di lettura 04/03/2011 -

Maxi-operazione della Guardia di FInanza di Pesaro che in interessato le città di di Rimini, Riccione, Gabicce Mare, Pesaro e Napoli confiscando beni per un valore di circa 20 milioni di euro. Le indagini, coordinate inizialmente dalla Procura della Repubblica di Pesaro ed in seguito da quella di Rimini, hanno consentito di raccogliere numerosi elementi a carico di un uomo, residente in Romagna, accusato di usura in insieme ad altri due compilici.



I militari delle Fiamme Gialle di Pesaro, dalle prime ore del mattino di giovedì 3 marzo, sono stati impegnati nelle operazioni di sequestro di due noti alberghi, un coffee-bar e otto società, tutti di Gabicce Mare, oltre a conti correnti, titoli, depositi di risparmio, somme di denaro, cassette di sicurezza, polizze assicurative, libretti di deposito presso cinque istituti bancari.

Il principale indagato è un pericoloso pluripregiudicato napoletano, cinquantenne, domiciliato a Rimini e con precedenti per omicidio, rapina e associazione a delinquere.

Approfittando dello stato di bisogno delle vittime, in cambio di un prestito, il pluripregiudicato insieme a due liberi professionisti si faceva promettere la cessione di quote di società e strutture alberghiere, il tutto simulando fittizi contratti di affitto di locali.






Questo è un articolo pubblicato il 04-03-2011 alle 09:10 sul giornale del 05 marzo 2011 - 1331 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pesaro, gabicce mare, guardia di finanza, usura, roberta baldini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/h4K





logoEV
logoEV
logoEV