Rugby: Pizzutti, nuovo giocatore del 'Pesaro rugby'

Alessandro Pizzutti 2' di lettura 07/12/2010 -

Alessandro Pizzutti è il primo rinforzo che la dirigenza della Pierantoni Pesaro rugby ha scelto per dare man forte alla squadra. Arrivato da qualche settimana a Pesaro, al suo esordio in campo con la maglia giallorossa, la Pierantoni ha colto la sua prima vittoria stagionale. Se nel rugby la differenza la fa il gruppo, ed è vero che Pesaro aveva già dato segnali di crescita, il suo arrivo ha sicuramente dato una mano alla squadra. Tallonatore agile, di 85 chili, ha subito trovato posto al centro della prima linea.



Che giudizio può dare sulla squadra dopo questa prima partita giocata assieme? “Sono davvero orgoglioso di avere trovato un gruppo del genere. C’è una grande voglia di fare e di sacrificarsi. Non per niente contro i Lions Amaranto siamo riusciti a difendere anche con due uomini in meno in campo. E’ una squadra giovane, ma l’impegno che tutti mettono è elevato e io credo che alla fine il lavoro paghi sempre”.

Alessandro è nato rugbisticamente a Udine, dove ha giocato anche in serie A, ma poi per motivi di lavoro di è trasferito a Fabriano dove si allena durante la settimana per unirsi poi alla Pesaro rugby nella seduta tecnica di venerdì sera. Che cosa può dare a questa squadra? “Senza dubbio un po’ di esperienza in più, un po’ di stabilità nelle mischie e un aiuto in touche. Sono qua per aiutare questa squadra a salvarsi e centrare così l’obiettivo stagionale. D’altronde non mi piace perdere, quindi ce la metterò davvero tutta”.

Pizzutti ha subito trovato posto nella prima linea, con capitan Galdelli che si è spostato in terza linea. Come giudica la mischia pesarese? “Direi che è già abbastanza buona. A Livorno in soli sei uomini siamo riusciti a tenere la mischia avversaria composta da otto persone, costringendoli addirittura a girare la mischia. Ora dobbiamo lavorare un po’ di più sulle tempistiche di ingaggio e sulla coordinazione, anche per faticare meno in mischia e avere più forza per correre in giro per il campo e dare sostegno ai trequarti”.

Parole piene di entusiasmo quelle di Alessandro. Non è per niente preoccupato per l’ultimo posto in classifica in cui Pesaro è comunque costretta nonostante la vittoria? “Io sono sempre positivo di mio. Mi preoccupo solo quando in una squadra vedo poca voglia di combattere, ma questo non è il caso di Pesaro”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-12-2010 alle 16:52 sul giornale del 09 dicembre 2010 - 980 letture

In questo articolo si parla di sport, rugby, pesaro, Pesaro Rugby

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/fdL





logoEV
logoEV
logoEV