Civitanova: 'Per vedere tua figlia devi pagare', vittima un artigiano di Montefeltrio

carabinieri 1' di lettura 29/10/2010 -

Estorce denaro all'ex compagno per un anno con il ricatto di non fargli vedere la figlia. Poi, la denuncia dell'uomo ai Carabinieri che hanno tratto in arresto in flagranza di estorsione la donna.



Si tratta di I.T., 36enne sudamericana ma residente a Civitanova Marche, con la quale un artigiano di 46 anni, residente a Montefeltro in provincia di Pesaro ed Urbino, aveva avuto una relazione due anni e mezzo fa. La relazione tra i due, infatti, era terminata appena qualche mese dopo la nascita della bambina. Da qui, l'idea della donna di estorcere denaro all'uomo. L'artigiano pesarese per poter vedere la figlia doveva versare costantemente denaro alla 36enne casalinga che, sotto minacce e ricatti, pretendeva somme sempre più esigenti e pesanti. Ricatti ed estorsioni terminati, la scorsa settimana, con la richiesta di ulteriori soldi per il biglietto aereo per il Sudamerica.

Il 46enne, dopo un anno di pagamenti per un totale di oltre 25 mila euro, stanco delle minacce e dei ricatti ha denunciato il fatto ai Carabinieri di Tavoleto (PU), che hanno avviato le indagini in collaborazione con i colleghi di Civitanova. Venerdì mattina, i militari hanno pertanto tratto in arresto in flagranza di estorsione la donna mentre, nei pressi del Centro commerciale maceratese, intascava dall'artigiano 500 euro in contanti. I.T. si trova ora agli arresti domiciliari.






Questo è un articolo pubblicato il 29-10-2010 alle 20:03 sul giornale del 30 ottobre 2010 - 940 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, civitanova marche, arresto, montefeltro, Sudani Alice Scarpini, estorsione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dTw





logoEV