Coldiretti chiama a raccolta i sindaci contro cinghiali e lupi

Coldiretti 1' di lettura 26/10/2010 -

Contro gli attacchi dei cinghiali e ora anche dei lupi Coldiretti Pesaro Urbino chiama a raccolta i sindaci.



Mercoledì 27 ottobre, alle ore 11, si terrà nella sala Bei della Provincia di Pesaro un incontro convocato con i primi cittadini dei Comuni. L’obiettivo della Coldiretti è fare il punto della situazione sulle possibili soluzioni a un problema che ogni anno costa all’agricoltura oltre due milioni di euro, con un trend in costante ascesa.

“Dopo i ripetuti attacchi dei cinghiali e i dannia causati dai caprioli, ci si sono messi anche i lupi a minacciare gli allevamenti delle zone interne– spiega Tommaso Di Sante, presidente di Coldiretti Pesaro Urbino –. La situazione è diventata insostenibile tanto da minacciare la sopravvivenza stessa delle aziende e, con essa, la manutenzione del territorio, con i conseguenti rischi dal punto di vista economico e ambientale”. Alle amministrazioni del territorio, Regione in testa, Coldiretti chiede la messa in opera di una cabina di regia unica sui selvatici. Solo in questo modo sarà possibile attuare una reale opera di prevenzione ed evitare che ciascun ente faccia il proprio calendario venatorio.

Oltre a ciò, la nuova legge deve garantire la prevenzione dei danni attraverso il contenimento della fauna selvatica e riconoscere il ruolo multifunzionale dell’impresa agricola per il recupero e la ricostituzione degli habitat naturali. Infine, serve un fondo regionale “aperto” affinché i danni reali accertati siano pagati al cento per cento e non, come ora, solo parzialmente. Secondo Coldiretti Marche serve inoltre che la nuova legge sia collegata con quella sui parchi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2010 alle 17:34 sul giornale del 27 ottobre 2010 - 779 letture

In questo articolo si parla di attualità, agricoltura, coldiretti, cinghiale, lupo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dJY





logoEV