Calcio a 5: Pesaro Five da sballo, 5-2 sulla corazzata Verona

4' di lettura 18/10/2010 -

Il Pesaro Five si fa bello per la televisione. La prima vittoria della storia dei rossiniani del calcio a 5 in serie A2 è immortalata da mamma Rai. Una vittoria meritata quella contro il Bpp Verona, costruita nella prima frazione e legittimata nella ripresa con una prestazione di squadra eccezionale. Su tutti, però, Everton Sartori, classe cristallina al servizio dei compagni.



Ogni pesarese sceso in campo ha dato il massimo. Lo avrebbe fatto anche Irineu “Sapinho” Zanatta, se non avesse dovuto dare forfait nonostante avesse provato fino all’ultimo a dire presente. A nobilitare ancor di più il pomeriggio di gloria del Pesaro Five di Neri il valore dell’avversaria. Verona, lo dicono tutti a ragione, è la più seria indiziata alla vittoria del campionato e quindi al salto in A1. Ha un roster che definire di livello è poco. Bene, l’Italservice per un giorno gli è stato superiore.

I biancorossi sfornano un primo tempo positivissimo. Attenti in difesa, in avanti Everton Sartori illumina il palaFiera con alcune giocate delle sue. Come quella che chiama l’estremo avversario Bortolotto al volo plastico qualche minuto dopo il fischio d’inizio. Per gli scaligeri risponde Bearzi che però non inquadra la porta. Segue qualche frangente di stanca, interrotto bruscamente dal vantaggio interno. Sartori, Melo, ancora Sartori, puntata all’angolino a 1-0 tra il tripudio dei 400 abbondanti accorsi a Campanara nonostante la diretta della tv satellitare. Subito dopo Nelsinho, buona la sua prova anche in fase di ripiegamento, coglie il palo, prima che lo stesso Sartori non si veda respingere momentaneamente la gioia della doppietta da Bortolotto.

E il Verona? Bomber Kakà è inizialmente ben controllato da Barro e anche da capitan Russo, veri e propri baluardi davanti alla porta pesarese, così le uniche occasioni per gli ospiti capitano sui piedi di Penzo, che per due volte mette fuori e in un’altra circostanza non supera l’opposizione di un Fabricio Zanatta in versione monstre. Il Pesaro Five sbanda ma non cade, e anzi chiude la prima frazione all’attacco. Barro da due passi si vede respingere il tiro da Bortolotto, quindi Nelsinho non inquadra la porta con un’inzuccata-rovesciata. Un’azione solitaria del solito Sartori finisce sui piedi di Nelsinho che chiama l’estremo avversario al prodigio. Il tempo si chiude con un tiro di Sartori - ancora lui - respinto dal paratutto Bortolotto, e con un contropiede di Barro che finisce col cuoio sulla rete di recinzione.

Il Pesaro Five riesce a mantenere il medesimo ritmo per tutti e 40 i minuti. Così a inizio ripresa sfiora il raddoppio in ben tre circostanze (due volte con Nelsinho e una con Bernardes). Per il 2-0 è solo questione di tempo. Arriva a metà ripresa, con la firma di Everton Sartori. Kakà, ben imbeccato da Bearzi, accorcia subito, ma dopo appena 23 secondi Sartori ristabilisce le distanze insaccando una respinta di piede di Bortolotto su azione biancorossa iniziata da Nelsinho (3-1).

Fabricio Zanatta vola su Marcio è anche su Bearzi, uno degli ultimi veronesi ad issare bandiera bianca. Gli ospiti negli ultimi quatto minuti si giocano la carta portiere di movimento esponendosi inevitabilmente al contropiede altrui. Il Pesaro Five regge e anzi va a segno anche con Nelsinho (pallonetto di rara bellezza a 3’22” dall’ultima sirena). Zanatta è super anche su Pablo Lamanna, ma poi deve capitolare su Kakà appostato sulla linea (4-2).

Qualcuno al palaFiera si ricorda di settimana scorsa e delle due reti di vantaggio dilapidate nell’ultimo minuto effettivo a Mareno di Piave col Gruppo Fassina. E’ un pensiero che dura un batter di ciglia. Giusto il tempo per fregarsi le mani davanti alla rovesciata di Sartori che sfiora la rete da copertina. Il numero 3 dell’Italservice chiude il pomeriggio di gloria a 2 secondi dalla fine esultando per la quarta volta in 40 minuti, stavolta per un tiro dalla lunga a porta sguarnita. Finisce tra il tripudio generale e i complimenti dei commentatori Rai “per una gara da categoria superiore”. Appuntamento a sabato prossimo in quel di Chieti.

PESARO FIVE – VERONA 5-2 (p.t. 1-0)
PESARO FIVE: Zanatta F., Barro, Sartori, Russo, Nelsinho, Melo, Neri, Bernardes, Bruscolini, Sosin, Magnoni, Pieri. All. Neri
VERONA: Bortolotto, Marcio, Kakà, Abraham, Bearzi, La Manna, Sachet, Penzo, Bresciani, Beccucci, Anselmi, Rodaro. All. Langè
ARBITRI: Savy (Napoli), Filippini (Roma 1) e Tonelli (Forlì)
MARCATORI: 6’57 Sartori (PF) del p.t.; 11’36” Sartori (PF), 12’17” Kakà (V), 12’40” Sartori (PF), 16’38” Nelsinho (PF), 18’38” Kakà (V) , 19’58” Sartori (PF) del s.t.
AMMONITI: Sachet, Bearzi, Nelsinho
SPETTATORI: 400 circa








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2010 alle 03:44 sul giornale del 18 ottobre 2010 - 791 letture

In questo articolo si parla di sport, pesaro, calcio a cinque, pesaro five

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dph





logoEV
logoEV
logoEV