protesta davanti al Circo Martini, ecco com'è andata

circo 1' di lettura 06/09/2010 -

Il circo Martini era già stato presidiato circa un mese fa a Riccione, moltissime persone avevano deciso di non entrare; ai bambini che sceglievano di passare una serata diversa, rispettando gli animali e non entrando al circo, abbiamo regalato un pelouche che loro stessi "liberavano" da una gabbia piena di pupazzi.



Armati della stessa gabbia, di video, cartelloni e materiale informativo, un gruppo di cittadini delle province di Pesaro e di Rimini hanno protestato all'ingresso del parcheggio del circo Martini, stavolta attendato a Pesaro. Gli attivisti erano tanti, almeno una trentina, la città di Pesaro ha raccolto l'invito e si è dimostrata partecipe e motivata.

Complice il video diffuso su youtube sul precedente presidio (http://www.youtube.com/watch?v=Tb7DQZf_tFM), in cui il più facinoroso dei circensi inveisce su un attivista minacciandolo (poi fermato dalla sicurezza) i signori circensi erano palesemente arrabbiati e non appena i primi attivisti sono arrivati (le forze dell'ordine non erano ancora sul posto) sono stati aggrediti prima verbalmente, poi fisicamente, con schiaffi, spinte e lievi lesioni a chi stava riprendendo il tutto, per potersi poi impossessare della telecamera (che è stata successivamente restituita, ma senza la documentazione dell'aggressione che ci hanno obbligato a cancellare dietro minacce).

Le intimidazioni e la tensione hanno accompagnato tutta la durata della manifestazione, abbiamo comunque continuato a mostrare i cartelli, i video e a invitare le macchine che entravano nel parcheggio a rinunciare al circo in cambio di una presa di coscienza e di una serata alternativa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-09-2010 alle 19:33 sul giornale del 07 settembre 2010 - 2229 letture

In questo articolo si parla di attualità, Deborah Olmi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bQw





logoEV
logoEV


.