Aggressione gay, appello della Uisp contro l'omo e transfobia

uisp 1' di lettura 05/08/2010 -

In riferimento alla recente aggressione dei due ragazzi gay, il Comitato Provinciale UISP di Pesaro e Urbino desidera esprimere agli aggrediti piena solidarietà, ribadendo con forza la posizione che l’UISP ha sempre sostenuto, anche attraverso un appello contro l’omo e transfobia nello sport e nella società.



Il fatto che due persone siano state aggredite e malmenate perché “si stavano baciando in strada” ha dell’incredibile. Episodi come questo sono una vergogna ed un insulto all’intelligenza umana. “Il fatto preoccupante è che il comportamento violento è diffuso ed accettato” - dichiara Alessandro Ariemma, presidente del Comitato di Pesaro - “ora è capitato ai due ragazzi, la scorsa settimana abbiamo letto di donne malmenate e uccise per gelosia… è ora che si prenda una decisione. Certo, resta il dispiacere e tutta la solidarietà che si possa esprimere verso i due, ma la vera necessità è quella di intervenire con intelligenza e durezza perché non è più possibile accettare la situazione attuale”.

Parole dure anche da parte di Tatiana Olivieri, membro della Direzione Nazionale UISP: “episodi come questi sono a dir poco vergognosi in una società che ama definirsi civile e democratica. Sarebbe ora che anche la Chiesa Cattolica smettesse di promulgare ignoranza e cominciasse a difendere i diritti civili di ogni individuo. Assistiamo invece a dichiarazioni del Papa deliranti, come il continuo definire l’omosessualità una malattia. Posizioni di potere inaccettabili e, come sempre, nessun contraddittorio da parte della Sinistra di questo democratico paese”.


da Uisp
Comitato Provinciale Pesaro Urbino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-08-2010 alle 16:07 sul giornale del 06 agosto 2010 - 1183 letture

In questo articolo si parla di attualità, uisp, pesaro, omofobia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aYE





logoEV
logoEV
logoEV


.