Il PD apprezza il progetto dell'ospedale unico

Palmiro Ucchielli 1' di lettura 23/07/2010 -

“Il Partito Democratico delle Marche apprezza l’impegno così significativo e importante del presidente della giunta regionale, dell’assessore alla Sanità, dei due sindaci della città di Pesaro e Fano e del presidente della Provincia di Pesaro e Urbino per la realizzazione del nuovo ospedale unico nella parte Nord delle Marche che aumenterà ancora di più la qualità dell’assistenza e della salute dei cittadini della provincia di Pesaro e Urbino e delle Marche”.



E’ molto soddisfatto Palmiro Ucchielli, segretario regionale Pd Marche e membro della direzione nazionale del Pd, che parla “di un investimento rilevante per dare opportunità di lavoro alle imprese e ai cittadini del territorio”.

“Spero che si possa arrivare rapidamente anche all’attivazione delle risorse”. Conclude Ucchielli.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-07-2010 alle 15:21 sul giornale del 24 luglio 2010 - 941 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, fano, ospedale, politica, partito democratico, pesaro, palmiro ucchielli, pd, ucchielli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ax6


Si parla di Servizio porta a porta!!!! anzi a domicilio, e si rotola dalla parte opposta.<br />
Tutti quelli che si recano a piedi o in bici per analisi, o per visite (che sono la stragrande maggioranza) metteranno in moto un treno di macchine per raggiungere la nuova sede. Osservate il movimento di persone alla portineria.<br />
Oltre ad altro inquinamento, ci sono altri costi per i pazienti. Senza pensare che molto spesso arriverà sorella morte prima della croce rossa, per i tempi di percorrenza. Vedete ora specie d'estate cos'è la S16, immaginate fra qualche anno. Gli urbanisti sostengono che fra il nuovo insediamento del Ex Zuccherificio e lo spostamento dell'ospedale sarà un problema per la viabilità.<br />
Del resto il bacino di Fano è sufficiente per gestire una struttura ospedaliera di dimensioni medio ideali. Addio città a misura di uomo.

Si parla di Servizio porta a porta!!!! anzi a domicilio, e si rotola dalla parte opposta.<br />
Tutti quelli che si recano a piedi o in bici per analisi, o per visite (che sono la stragrande maggioranza) metteranno in moto un treno di macchine per raggiungere la nuova sede. Osservate il movimento di persone alla portineria.<br />
Oltre ad altro inquinamento, ci sono altri costi per i pazienti. Senza pensare che molto spesso arriverà sorella morte prima della croce rossa, per i tempi di percorrenza. Vedete ora specie d'estate cos'è la S16, immaginate fra qualche anno. Gli urbanisti sostengono che fra il nuovo insediamento del Ex Zuccherificio e lo spostamento dell'ospedale sarà un problema per la viabilità.<br />
Del resto il bacino di Fano è sufficiente per gestire una struttura ospedaliera di dimensione medie, e di eccellenza.<br />
Addio vantagi di abitare in una città dall'alta qualità della vita.




logoEV