'Salone della Parola', oltre 4000 presenze

2' di lettura 22/07/2010 -

Il Salone della parola, Festival della filologia promosso e organizzato dall’Ente Olivieri - Biblioteca e Musei Oliveriani di Pesaro, con una serie di patrocini e collaborazioni, ha chiuso i battenti dopo quattro giorni di appuntamenti (ben 55) distribuiti in nove sedi della città.



Si sono accreditate 1090 persone, ma molte hanno evitato di registrarsi specie in occasione delle manifestazioni con più ressa all'ingresso: una stima prudenziale suggerisce di computare almeno 1500 partecipanti che hanno generato le oltre 4000 presenze osservate. Molti gli insegnanti (oltre 200 quelli iscritti), i professionisti, gli studenti, gli impiegati, i giovani e, in generale, un pubblico variegato per lo più di non addetti ai lavori (anche un acrobata e un pizzaiolo), ma interessati ai temi proposti: provenienti innanzitutto da Pesaro (716) e provincia, ma anche dalle regioni confinanti, con rappresentanze da varie altre città, tra cui Venezia, Messina, Milano, Torino, Roma.

In più di un’occasione sono stati chiusi i battenti per superamento dei numeri ammissibili in relazione all’agibilità dei locali, come nel caso del dialogo tra Ivano Dionigi e Massimo Cacciari al Teatro Sperimentale o del colloquio nell'auditorium di Palazzo Montani Antaldi su Filologia e polizia con Silio Bozzi, Luciano Canfora, Luigi Luminati, Silvia Ronchey. Tutto esaurito anche per l'appuntamento sulle forme dell'interpretazione biblica animato da Marco Cangiotti, Gabriella Caramore, Salvatore Natoli, così come per la ricostruzione del processo penale romano (Giliberti, Macchiavelli, Mussoni, Sposito).

Folto pubblico anche nei due appuntamenti finali, con Gianni D'Elia presentato da Enrico Capodaglio e con Gadda letto da Lucia Ferrati e commentato da Paolo Teobaldi, proprio nella serata della partita conclusiva del campionato del mondo di calcio. Tutti gli incontri, anche quelli a carattere seminariale, sono stati seguiti e apprezzati, spesso con numeri superiori a ogni aspettativa. Gli appuntamenti sono stati videoregistrati e quanto prima questo enorme materiale di documentazione sarà consultabile alla biblioteca oliveriana e, nei limiti del possibile, nel web dove sono già reperibili molte informazioni, anche visive.

Gli organizzatori ringraziano i tanti soggetti, pubblici e privati, che hanno sostenuto l'iniziativa, a partire dalla Presidenza della Repubblica con la concessione del suo Alto Patronato, ma anche i tanti che con il loro lavoro anche volontario hanno reso possibile la manifestazione, come i più di sessanta studenti dei licei di Pesaro. L'appuntamento per la II edizione del “Salone della Parola” è dal 14 al 17 luglio 2011.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-07-2010 alle 15:52 sul giornale del 23 luglio 2010 - 1014 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, pesaro, Fondazione Ente Olivieri, salone della parola, filologia, parola

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/avA





logoEV