Consiglio Provinciale, sì agli storni e agli indirizzi per il bilancio 2011

minardi 3' di lettura 19/07/2010 -

"Ero a disposizione dei consiglieri per ogni spiegazione su tutte le variazioni di bilancio. Ma l’atteggiamento di Pdl e Lega è stato pretestuoso: non hanno voluto neanche ascoltare la relazione". Così l’assessore Renato Claudio Minardi ha commentato, in consiglio provinciale, l’abbandono dell’assemblea di Pdl e Lega.



I consiglieri della minoranza hanno chiesto il rinvio del voto sulla delibere relative agli «storni e variazioni al bilancio di previsione e pluriennale». Ha detto Mattia Tarsi (Pdl): "Il consiglio si deve esprimere su capitoli di spesa che non conosce, perché negli allegati ci sono abbreviazioni incomprensibili nelle denominazioni delle voci. Ci è stato detto che è colpa del software che estrae i dati: vogliamo il dettaglio completo…".

Ma ha ribattuto il presidente del consiglio Luca Bartolucci: "Si può votare: gli atti erano già consultabili dallo scorso mercoledì e per le delucidazioni era disponibile la ragioneria della Provincia…". A quel punto è intervenuto il capogruppo del Pdl Antonio Baldelli, che ha annunciato l’uscita dall’aula della minoranza: "La conduzione del consiglio non ci lascia altra scelta", ha spiegato. Il dibattito è proseguito senza Pdl e Lega e il consiglio ha approvato gli storni e gli indirizzi generali per il bilancio di previsione 2011.

"Ognuno ha il diritto di fare opposizione come crede – ha puntualizzato Bartolucci -. Pdl e Lega hanno scelto di abbandonare l’aula e ciò ha consentito alla maggioranza di approvare le delibere. Che già dal 14 luglio erano disponibili e consultabili, nel rispetto dell’iter. Gli uffici sono a disposizione dei consiglieri per i chiarimenti, c’è stato anche il passaggio in commissione. E durante il dibattito in consiglio è possibile richiedere ulteriori spiegazioni, ma la minoranza non ha voluto…".

Ha aggiunto Gaetano Vergari (Psi): "In commissione abbiamo esaminato i provvedimenti ma non erano presenti i rappresentanti dell’opposizione". In apertura di seduta, invece, convergenza unanime tra maggioranza e opposizione sull’ordine del giorno presentato da Roberto Giannotti (Pdl) per "l’istituzione del servizio di cardiochirurgia all’interno di Ospedali Riuniti Marche nord". "Ci sono grandi costi in termini di mobilità passiva – ha detto Giannotti -. Con l’introduzione della cardiochirurgia possiamo invertire la tendenza".

Matteo Ricci: "Grazie a Marche Nord si sono aperti scenari nuovi. La scelta di Ospedali Riuniti era l’unico modo per dare prospettive alla nostra sanità. Ed era l’unica compatibile con lo sviluppo delle eccellenze. Insistere sul progetto significa dare un ruolo importante anche agli ospedali di polo, che si caratterizzeranno per peculiarità e servizi specifici. Sulla sanità vogliamo giocare un ruolo incisivo all’interno del nuovo Ptc: ne beneficerà tutto il territorio, non solo Pesaro e Fano…".

L’assessore Alessia Morani, interpellata da Renzo Savelli, ha annunciato che il progetto per il comodato gratuito dei libri di testo scolastici, che ha coinvolto le prime classi di 4 istituti superiori della provincia (Itis di Urbino, Polo “S.Marta-Branca” di Pesaro, “Montefeltro” di Sassocorvaro e Polo “Volta-Apolloni-Olivetti” di Fano) sarà confermato anche nel prossimo anno: "I riscontri hanno confermato la buona riuscita dell’iniziativa, che ha una valenza non solo economica ma anche culturale ed educativa: vogliamo estenderla in futuro anche alle altre scuole".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2010 alle 16:41 sul giornale del 20 luglio 2010 - 833 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, Provincia di Pesaro ed Urbino, renato claudio minardi, consiglio provinciale pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anj


Visti i danni che fanno e la loro proliferazione, Finalmente qualcuno che riapre la caccia agli storni :-)))))))))))))))))

Bravo Francesco: Una risata... (pìm, pùm, pàm!).

... Sì, UNA RISATA salverà il mondo (?).




logoEV