Il Marconi diventa 'Scuolamuseo': la raccolta di opere grafiche dedicata a Gerardo Sani

Raffaello Giorgio Cerboni Bajardi, Gustavo Ferretti, Alessandro Sani, Davide Rossi, Alessia Morani 1' di lettura 08/06/2010 -

"La nostra memoria storica è la base della coscienza". Guarda all’eredità del passato il dirigente scolastico Gustavo Ferretti. E apre così, davanti agli studenti, la cerimonia di intitolazione del "museo" di opere grafiche del Marconi allo "storico" preside che l’ha preceduto,



Gerardo Sani: "E’ la nascita ufficiale della nostra pinacoteca. E abbiamo voluto legarla alla prima figura che, negli anni ‘60, ha dato continuità e definitezza giuridica al liceo scientifico". Sani, che è stato preside per 25 anni, è stato protagonista degli anni del boom dell’istituto, radicandolo nel territorio: "La pinacoteca – spiega Ferretti – è nata dalla sua collezione, che poi abbiamo ampliato nel tempo". La raccolta è stata donata alla Provincia, "perché vogliamo che appartenga a tutti. Anche se resterà comunque negli spazi del nostro istituto".

Poi, alla presenza della famiglia Sani (ci sono la moglie Cleonice e il figlio Alessandro), l’assessore alla Cultura Davide Rossi aggiunge: "In provincia c’è una grande tradizione di opere grafiche. Vogliamo portare l’arte in mezzo alle persone, al di là dei luoghi istituzionali e “paludati”…".

C’è anche il curatore della collezione, l’artista Claudio Cesarini, insieme al presidente dell’accademia Raffaello Giorgio Cerboni Bajardi. Chiude l’assessore alla Pubblica istruzione Alessia Morani: "La raccolta è una delle più importanti della regione: giusto dedicarla a un preside che è stato in grado di andare al di là della funzione educativa ordinaria, aprendo la scuola alla cultura". Poi si scopre la targa: il Marconi, da oggi, diventa anche "Scuolamuseo".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-06-2010 alle 17:12 sul giornale del 09 giugno 2010 - 1049 letture

In questo articolo si parla di


logoEV
logoEV


.