Presentazione del nuovo volume della rivista 'Pesaro città e contà'

Palazzo Ducale Pesaro 2' di lettura 03/06/2010 -

Venerdì 11 giugno 2010 alle ore 18,00 nell’auditorium di palazzo Montani (piazza Antaldi, 2 – 61121 Pesaro) il prof. Marco Severini, dell’università di Macerata, presenta il volume n. 28 (2010) di “Pesaro città e contà”, rivista della Società pesarese di studi storici.



Il miscellaneo contiene saggi molto diversi, che discutono alcuni ritrovamenti archeologici avvenuti di recente a Pesaro, studiano i tumultuosi avvenimenti “borgiani” all’inizio del Cinquecento, propongono notizie su personaggi del XVI secolo, su tendenze pittoriche, palazzi e pittori poco noti, gettano nuova luce sulla figura e sulla tragica scomparsa – più di un secolo fa – del direttore del liceo musicale cittadino, propongono infine nuovi dati e nuove riflessioni sul mondo latomico delle associazioni settarie di Pesaro e dintorni tra rivoluzione e restaurazione.

Simone Biondi, Nuove lucerne romane a Pesaro;
Francesco Ambrogiani, L’aggregazione di Pesaro al ducato di Romagna (1501-1503);
Maria Gabriella Barilli, Pietro Bonarelli esule a Novellara (1574-1594);
Grazia Calegari, Ancora tra barocceschi;
Roberta Martufi, Palazzo Scattolari dal ‘600 a oggi;
Fabiana Ciacci, Nature morte di Antonio e Assunta Dori nella collezione di Vittoria Mosca Toschi;
Marta Mancini, Carlo Pedrotti. Un po’ di storia e due nuovi documenti;
Giorgio Benelli, Simbologia rivoluzionaria e presenza massonica dei dipartimenti del Rubicone e del Metauro;
Riccardo Paolo Uguccioni, Carboneria nell’alta Marca (1824-1827).


Marco Severini (1965), professore aggregato dal 2006, si occupa di storia e storiografia politica dell'età risorgimentale e contemporanea. I suoi principali temi di ricerca sono stati Mazzini e la Repubblica romana del 1849, Garibaldi, l'età giolittiana, il problema dei notabili, lo studio della rappresentanza parlamentare nel regno d’Italia. Tra i suoi numerosi lavori ricordiamo La rete dei notabili. Clientele, strategie ed elezioni politiche nelle Marche in età giolittiana (Marsilio 1998); Protagonisti e controfigure. I deputati delle Marche in età liberale (1861-1919) (Affinità elettive 2002); e la curatela di La primavera della nazione. La Repubblica romana del 1849 (Affinità elettive 2006); Garibaldi eroe moderno (Aracne 2007). Ha in preparazione un importante studio sulla Repubblica romana del 1849. Attivo coordinatore di gruppi di ricerca, lavora presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell'università degli studi di Macerata.


La cittadinanza è invitata.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2010 alle 02:19 sul giornale del 03 giugno 2010 - 886 letture

In questo articolo si parla di attualità, Società pesarese di studi storici





logoEV