Grande successo per le otto aziende pesaresi al Salone internazionale di Lussemburgo

CNA pesaro 2' di lettura 26/03/2010 - Grande successo per le otto aziende pesaresi che nei giorni scorsi hanno partecipato al Salone internazionale di Lussemburgo.

Tra gli stand della Fiera, i prodotti tipici e le peculiarità artigianali della nostra provincia in un salone variegato dove le diverse culture, le molteplici tradizioni e le ricchezze proprie dei vari paesi europei hanno avuto l’opportunità di farsi conoscere attraverso prodotti alimentari, artigianali e artistici.


“E’ stato un modo – dicono Luciana Nataloni, responsabile di CNA Alimentare e Artistico Tradizionale ed il responsabile dell’Area territoriale di Fano, Luigi Colombaretti che hanno accompagnato le nostre aziende in Lussemburgo - per far incontrare le diverse culture ed incentivarne proficui scambi artistici e soprattutto economici attraverso lo scambio e la promozione delle tipicità proprie del nostro territorio.


La CNA di Pesaro e Urbino era presente tra gli stand all’evento con otto aziende, che hanno esposto i propri prodotti in tre stand: due della CNA e uno della Provincia di Pesaro e Urbino. Le aziende che in questi giorni hanno rappresentato ognuna in modo personale le eccellenze del nostro territorio e che hanno riscosso un grande successo erano: Acqualagna Tartufi, la maggiore esportatrice di tartufi all’estero, le Ceramiche artistiche Molaroni, laboratorio storico dell’artigianato artistico pesarese, l’Antica stamperia Carpegna, specializzata nella produzione di foulard di seta e tovagliette dedicate a Rossini; l’Atelier Franco Bucci, ceramica d’uso dal moderno ed apprezzato design e la All Gold, il laboratorio orafo di Fossombrone che esporta gioielli e lavorazioni in filigrana in tutto il mondo.


Per il settore alimentare esporranno il Caseificio Val D’Apsa di Urbino con la famosa Casciotta ed i suoi formaggi freschi, stagionati e aromatizzati; La Casalinga di Ponte Sasso con le sua gamma di paste fresche e surgelate ed il Panaro di Urbino con la sua famosa crescia del Montefeltro e poi piade e cascioni confezionate. Una partecipazione, quella delle aziende della provincia, che è stata fortemente voluta e sostenuta dal Presidente delle Comunità internazionali presenti in Lussemburgo, il fanese Fulvio Berardi. In chiusura di Fiera le otto aziende della provincia hanno incontrato i dirigenti la Provencale, la maggiore azienda importatrice di prodotti stranieri in Lussemburgo.


L’incontro, organizzato dalla Camera di Commercio del Lussemburgo, è servito a definire accordi commerciali per l’importazione di prodotti pesaresi in quel Paese. Erano presenti il sindaco di Lussemburgo, il ministro alla famiglia e alla solidarietà ed il presidente della Camera dei Deputati.


Un altro incontro si è tenuto presso la Camera di Commercio Lussemburghese con il direttore Luisa Castelli per una eventuale futura partecipazione al prossimo Salone Biennale del Made in Italy “Dimensione 2000”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2010 alle 15:54 sul giornale del 27 marzo 2010 - 922 letture

In questo articolo si parla di economia, CNA Pesaro





logoEV