Confindustria, successo per le \'Giornate italiane dell\'arredamento e delle costruzioni

roberto forni 4' di lettura 17/03/2010 - Grande successo per le  “Giornate italiane dell’arredamento e delle costruzioni” promosse a Casablanca dagli industriali pesaresi e marchigiani del Sistema Confindustria in collaborazione con la Regione Marche.

I migliori architetti e progettisti da tutto il Marocco, e i più qualificati rappresentanti delle principali società immobilari locali, hanno partecipato alle due giornate di incontri promossi ed organizzati al Kenzi Tower Hotel di Casablanca, dai 18 imprenditori del Club Internazionalizzazione di Confindustria Pesaro Urbino e del Sistema Confindustria Marche, in collaborazione con la Regione Marche e la Camera di Commercio Italiana in Marocco nell’ambito del Progetto Mediterraneo. Le ‘Journées italiennes de l’Aménagement et du Batiment’ hanno preso avvio con una serata a tema dedicata alla promozione del territorio della Regione Marche, dei suoi settori economici, del gruppo di aziende partecipanti, ed ha visto la partecipazione di oltre 120 ospiti tra architetti e costruttori marocchini provenienti da Casablanca, Rabat, Tangeri, Marrakech, Tetuan e Mekness.


L’intervento musicale in concerto del Quartetto Italiano di Flauti ha fatto conoscere il Conservatorio Rossini di Pesaro, con brani di Rossini e di Verdi molto apprezzati, stimolando e qualificando ulteriormente le relazioni tra gli interlocutori marchigiani e gli ospiti marocchini. La incisiva azione di comunicazione sui principali mezzi di informazione locale ha poi sollecitato l’interesse di un grande numero di professionisti di settore, che hanno partecipato numerosissimi agli incontri di affari, che sono stati oltre 300. Attratti soprattutto dalla ampia e qualificata gamma di produzioni tra loro complementari di arredamento per uso commerciale, turistico-residenziale e ufficio, illuminazione, tecnologie e materiali e per edilizia e giardini rappresentate da: Brandoni, Canducci Group, Cantori, Della Rovere, Domingo Salotti, Emmedue, Fab, Fima Engineering, Fanoflex, Garofoli, IFI, Imab, Marotta Macchine, Mepsystem, Oikos, Scavolini, SGM Technology for lighting.


L’iniziativa è una prosecuzione delle precedenti missioni imprenditoriali in Marocco già realizzate nel 2009 da parte delle imprese pesaresi e marchigiane di Confindustria, che si vanno concretizzando con l’apertura di punti-vendita e la sigla di accordi commerciali con partner locali, e fa parte di un percorso di consolidamento mirato al mondo degli architetti e costruttori locali, protagonisti dell’impetuoso sviluppo immobiliare che si sta realizzando in Marocco. A Rabat, Scavolini ha inaugurato un proprio show-room. “Siamo ben contenti di essere qui – ha spiegato Roberto Gramaccioni, direttore commerciale estero dell’azienda – questo è il punto di arrivo e al tempo stesso di partenza per noi, in un mercato in cui crediamo molto e in cui abbiamo aspettative molto alte, dati i punti di crescita assolutamente interessanti di questo paese, in un panorama generale certamente depresso”.


“Ci siamo mossi come una squadra organizzata ed affiatata, con l’intento comune di raggiungere obiettivi concreti per le aziende rappresentative delle Marche – ha dichiarato Roberto Forni, capo delegazione e delegato per l’internazionalizzazione di Confindustria Pesaro e Urbino -. Da qui lo stimolo a fare di più e proseguire su questa strada che coinvolge le istituzioni a fianco delle imprese”. Mercati vicini ed immediatamente ricettivi, i paesi obiettivo individuati dai nostri imprenditori nell’ambito del progetto Mediterraneo, stanno manifestando interessanti segnali di crescita anche dall’ultimo aggiornamento dei dati Istat 2009. Ad esempio l’Algeria paese verso il quale il nostro export è passato da da 7 a 10 milioni di euro (+ 39,8%), Israele, da 5,1 a 6 milioni (+ 17,4%) la Siria da 1,7 a 5,4 milioni (+ 217%), la Giordania da 1,6 a 2,3 milioni (+ 46,5%). Dopo questa terza iniziativa verso il Marocco il nostro programma prtevede missioni in Siria e Libano (25-30 aprile 2010) e, a seguire, Giordania e Israele. “Missione concretamente riuscita – ha concluso Davide Canducci della Canducci Group -. La partecipazione della Regione alla iniziativa di Confindustria Marche è stata molto apprezzata tra gli imprenditori. Le prospettive emerse sono abbastanza sicure per le nostre realtà imprenditoriali. Ancora una volta abbiamo avuto la prova che il Mediterraneo non è un mare che divide ma un ponte che unisce le due culture”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-03-2010 alle 18:27 sul giornale del 18 marzo 2010 - 883 letture

In questo articolo si parla di attualità, Confindustria Pesaro, marocco





logoEV