\'Marche nord, quale sanità?\', tavola rotonda organizzata da CNA

Tiziano Carradori 1' di lettura 13/03/2010 - Il dibattito in corso sull’ospedale unico tra Pesaro e Fano, ma più in generale il problema dell’integrazione e del migliore utilizzo di risorse e strutture dedicate alla salute dei cittadini nel nord della regione, impongono riflessioni serie al di fuori di ristretti interessi campanilistici o politici.

Su quello che il tema caldo di queste mesi, la CNA di Pesaro e Urbino ha organizzato per sabato 20 marzo nell’Auditorium di Palazzo Montani Antaldi con inizio alle ore 9.30, una tavola rotonda pubblica dal tritolo: “Marche Nord, quale sanità?” Il sottotitolo dell’iniziativa Imprese-salute integrazione possibile e modelli a confronto, spiega anche il senso dell’interesse della CNA attorno al dibattito in corso e ai progetti che un nuovo polo sanitario nel nord delle Marche rappresenterebbe anche in termini di opportunità e lavoro per gli imprenditori.



Per questo l’associazione, grazie al contributo e alla collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, ha voluto chiamare a discutere del futuro della sanità nella nostra provincia, la Regione Marche (che sarà rappresentata da Carmine Ruta, direttore del Servizio Salute e da Pietro Marcolini, assessore al Bilancio e alle Finanze) e Tiziano Carradori, direttore generale della Ausl di Ravenna, uno dei massimi esperti in Italia in tema di integrazione sanitaria. Alla tavola rotonda, che sarà coordinata dalla giornalista Eva Antoniotti, direttore della rivista “Il bisturi”, parteciperà anche il segretario provinciale della CNA, Camilla Fabbri che sullo specifico tema dell’iniziativa terrà anche la relazione introduttiva. Dopo il saluto del presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, Gianfranco Sabbatini, toccherà al presidente provinciale e vicepresidente nazionale della CNA, Giorgio Aguzzi, aprire i lavori della giornata.






Questo è un articolo pubblicato il 13-03-2010 alle 17:39 sul giornale del 15 marzo 2010 - 938 letture

In questo articolo si parla di sanità, CNA Pesaro, tiziano carradori





logoEV