Terza età, aumenta l\'aspettativa di vita e la voglia degli over 65 di rendersi utili

CNA 3' di lettura 09/02/2010 - A Pesaro convegno regionale dal titolo \"La società sensibile\" che analizzerà il rapporto tra pensionati attivi e recupero dei ragazzi svantaggiati.

Aumenta di anno in anno il popolo della terza età. Complice l’allungamento della vita, le migliorate condizioni di salute e la qualità del vivere, sta di fatto che gli anziani sono in lento ma costante aumento. In provincia di Pesaro, ad esempio, il popolo degli over 65enni ammonta a 81.858 unità, il 21,44% della popolazione complessiva (nel 2002 era di 74.180 unità). Rispetto al totale 2009 gli uomini sono 35.165 (il 42,9%), mentre le donne sono 46.693 donne (il 57,1%) con una differenza in termini percentuali del 14,2% Ma in questi anni non sono cambiate solo le percentuali relative alla terza età. Anche la figura dell’anziano nel nuovo millennio è piuttosto cambiata. Ci sono molti uomini e donne che - pur avendo lasciato l’attività lavorativa da anni - rappresentano ancora una fonte di sostegno indispensabile (e non solo a livello economico), per molti nuclei familiari. Si tratta di persone attive ed in grado di aiutare i propri familiari non solo nelle attività quotidiane ma in quelle più generali di organizzazione della casa e, ad esempio, di collaborazione ad attività autonome. Non solo.



Gli anziani si stanno ritagliando sempre più spazi anche nel sociale aiutando se stessi e gli altri attraverso attività di volontariato e di aiuto alle persone più deboli. Per questo la CNA, che associa quasi 6mila artigiani pensionati, si è posta da tempo l’obiettivo di organizzare in qualche modo queste energie positive fatte di saggezza, esperienza e abilità. Si chiama CNA OVER ed è l’associazione che rappresenta ex imprenditori, commercianti, dipendenti ora in pensione che vogliono avere un ruolo attivo nella società. Il progetto di CNA OVER, che prevede diversi tipi di attività, avrà un primo momento di verifica nel corso di un convegno regionale dell’Associazione Pensionati della CNA delle Marche che si terrà a Pesaro, venerdì 12 febbraio con inizio alle ore 9.30 nell’Aula magna del Liceo Scientifico al quale parteciperanno il Governatore della Regione Marche, Gian Mario Spacca e Almerino Mezzolani, assessore regionale alla Sanità.



Nel corso del convegno, che sarà aperto dal presidente della CNA, Giorgio Aguzzi e dal segretario provinciale, Camilla Fabbri, interverrà anche il presidente provinciale di CNA Over, Remo Pugliese. All’incontro sul tema “La Società sensibile” con particolare riferimento al rapporto tra pensionati attivi e ragazzi svantaggiati, parteciperanno anche i ragazzi del Liceo Scientifico Marconi di Pesaro ed è previsto l’intervento Paola Uguccioni, direttore Avap (Associazione Volontariato Antidroga Pesaro). In questa impostazione si cerca di valorizzare il nuovo ruolo dei pensionati intesi come soggetti attivi e non residuali della società e la funzione della CNA OVER con i pensionati per fare integrazione sociale, partendo da un tema di grande intensità e attualità quale la problematica della tossicodipendenza giovanile e il recupero dei ragazzi svantaggiati. L’intento del convegno è proporre un nuovo modo di sviluppare il welfare, in cui si crei un inedito asse collaborativo, tra giovani svantaggiati, pensionati e istituzioni, per una nuova concezione di vita sociale in cui il pensionato è protagonista attivo nella società.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-02-2010 alle 18:47 sul giornale del 10 febbraio 2010 - 1098 letture

In questo articolo si parla di attualità, cna, pesaro, terza età, CNA Pesaro





logoEV
logoEV