Roma più vicina: potenziato il collegamento tra Pesaro, Fano, Urbino e la capitale

4' di lettura 29/01/2010 - Più frequente, più veloce, più puntuale: il collegamento in autobus Pesaro-Urbino-Roma viene potenziato per avvicinare la Provincia alla capitale a partire da lunedì 8 febbraio.

“Vogliamo continuare a proporci come un’alternativa conveniente rispetto ad auto e treno, che rappresentano i più diffusi mezzi di comunicazione per questo collegamento – ha spiegato il Presidente di Ami Spa Sen. Giorgio Londei, presentando le novità del collegamento - Viaggiare sui nostri autobus è decisamente più comodo e conveniente”. Nell’ultimo anno sono stati circa 18.000 i passeggeri che hanno utilizzato questo servizio e 400.000 circa i km. percorsi lungo questa tratta. Diverse le novità presentate oggi, a cominciare dalla possibilità di arrivare direttamente ad Urbino anche con la corsa in partenza da Roma alle ore 16, opzione che interessa in modo particolare gli studenti universitari che, in questo modo, potranno evitare i disagi causati dalla coincidenza a Fossombrone per rientrare nella città ducale.


Confermati gli orari del viaggio mattutini di andata: si partirà alle ore 5.55 da Pesaro, alle ore 6.10 da Fano e alle ore 6.10 da Urbino (con coincidenza a Cagli); stessi orari di partenza anche da Fossombrone, Acqualagna, Cagli e Cantiano, cosi come sono confermati tutti gli orari pomeridiani sempre di andata. L’altra novità è rappresentata dalla domenica, giorno in cui non esisteva un collegamento tra la nostra provincia e la capitale: dal prossimo 14 febbraio, dunque, sarà attivato un collegamento con partenze verso Roma fissate come nei giorni feriali, mentre il viaggio di ritorno è previsto, sempre con partenza dalla stazione di Roma Tiburtina, alle ore 18 (anziché alle ore 16) con arrivo ad Urbino alle ore 22.15, a Fano alle ore 22.30 e Pesaro alle ore 22.30. “E’ una scelta dettata dal buon senso – ha spiegato il Sen. Londei -. In questo modo, diamo ai nostri clienti la possibilità di trascorrere praticamente un’intera giornata nella capitale, oltre che dare agli studenti universitari fuori sede altre 2 ore di tempo per raggiungere con altri mezzi la capitale”.


“Del resto – prosegue il Sen. Londei – anche la vocazione internazionale di Urbino e i risultati in termini di presenza che la città ha ottenuto in occasione dei principali eventi culturali del 2009, fanno credere nella bontà della nostra decisione”. La scelta del nuovo orario punta a interessare nuovi target di clientela, come ha chiarito il Direttore generale dell’Azienda di trasporto pubblico, Ing. Massimo Benedetti: “Senza dubbio vogliamo guardare con maggiore attenzione agli studenti, soprattutto universitari, ma l’idea più ampia è di dare la possibilità concreta ai nostri concittadini di raggiungere Roma per i più svariati motivi, dallo svago allo shopping, dal turismo culturale a quello religioso”. Secondo Lorenzo Fiorelli, Amministratore delegato di Adriabus, “il potenziamento del collegamento offerto da AMI e dalle Autolinee Bucci, da e per Roma, arricchisce l’offerta della società Adriabus e conferma la capacità delle varie aziende socie di stare sul mercato con la flessibilità necessaria per rispondere alle nuove esigenze”.


“Siamo stati sempre convinti della necessità di un collegamento in autobus tra la provincia di Pesaro-Urbino e la capitale – ha ricordato il Prof. Oddo Bucci, titolare delle Autolinee Bucci Pesaro –, anche se, durante la fase in cui il prezzo del greggio aveva raggiunto i livelli record di circa 150 dollari al barile, siamo stati fortemente tentati di sospendere il servizio, visto che non è sovvenzionato in alcuna forma e ‘si regge’ solo attraverso l’introito dei titoli di viaggio. Oggi a distanza di 18 mesi la scommessa su Roma continua”. A proposito di qualità, l’Ing. Benedetti ha spiegato che “gli autobus operativi sulla linea sono dotati di tutti gli accessori ed i comfort che oggi il mercato offre: dalle poltrone reclinabili alle luci singole per la lettura, dal wi-fi per la connessione ad internet con pc e palmari alle prese elettriche”. Un’ultima novità riguarda la possibilità, a partire da lunedì 8 febbraio p.v., di prenotare e acquistare il biglietto comodamente da casa utilizzando il servizio on-line (www.adriabus.eu) scegliendo anche il posto tra quelli disponibili.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-01-2010 alle 15:32 sul giornale del 30 gennaio 2010 - 1847 letture

In questo articolo si parla di attualità, adriabus





logoEV
logoEV