La raccolta alimentare fa... il tris

1' di lettura 20/01/2010 - L’esperienza della raccolta alimentare patrocinata dal Comune di Pesaro (assessorato Rapporti con il volontariato e associazionismo onlus sociale) e realizzata dai volontari della Protezione civile e dagli scout dell’Agesci, all’Iper Rossini, ha prodotto come risultato oltre 500 chili di alimenti raccolti, che sono stati consegnati alla Caritas.

Vista l’ottima riuscita dell’iniziativa, in collaborazione con gli ipermercati “Miralfiore” e “Rossini”, la raccolta continuerà anche nei prossimi mesi, per contribuire ad assicurare quel cibo che ogni giorno la Caritas mette a disposizione di chi si trova in difficoltà. Il prossimo appuntamento è in programma all’Ipercoop Miralfiore, sabato 23 gennaio, dalle ore 15 alle ore 20.


I volontari distribuiranno sacchetti in cui ciascuno potrà porre alimenti non deperibili - come pasta, riso, scatolame, olio - , che verranno poi consegnati alla sede della Caritas diocesana. Sono previsti altri due appuntamenti di raccolta, uno nel periodo pasquale e l’ultimo alla fine di maggio. “Poiché la generosità è spesso contagiosa – afferma il vicesindaco Giuseppina Catalano -, è possibile che altri esercizi alimentari offrano la loro disponibilità alla raccolta”.


Per aderire basta rivolgersi al numero telefonico 0721/387551, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 14. Le feste dunque sono passate, per tanti hanno mantenuto la loro promessa di serenità, ma non per tutti: ci sono infatti molte persone in difficoltà, pesaresi e non. La Caritas diocesana rimane quindi in trincea, perché l’emergenza che affronta quotidianamente – per la difficoltà a nutrirsi di tanti -, è destinata a durare nel tempo. Occorre quindi non abbassare la guardia e continuare a occuparci di “chi ha tanto meno di noi”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2010 alle 14:33 sul giornale del 21 gennaio 2010 - 1043 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Comune di Pesaro





logoEV