Calcio a 5: Pesaro Five, quinta vittoria consecutiva

calcio 4' di lettura 18/01/2010 - Per il Pesaro Five tre punti dovevano essere e tre punti sono arrivati. Al di là del modo non scintillante con cui è giunta la quinta vittoria consecutiva che permette alla banda di Tavoloni e Lepretti di scalare al terzo posto della graduatoria, complice il turno di riposo osservato dal Teramo.

Il 5-3 sul Raiano è frutto d’una gara combattuta, in cui i rossiniani sono stati cinici e pragmatici come forse mai prima.
Detto che in un campionato ci possono stare giornate in cui non si riesce a dare il massimo, e che gli abruzzesi - rafforzatisi - non meritano la posizione che occupano (quart’ultimi), sarebbe sbagliato non ammettere che il Pesaro Five non meritava di chiudere la prima frazione in vantaggio di due reti. Dopo un paio di conclusioni iniziali di Sapinho (la seconda finita sul palo esterno), il Tirino impianti Raiano inizia a collezionare occasioni. E se la porta dell’Italservice rimane immacolata per i primi 20 minuti effettivi è merito soprattutto del portiere William Vanzela, alla fine dei giochi migliore in campo in senso assoluto.

L’estremo biancorosso salva su Di Fiore (due volte a stretto giro di posta) e su Ruscitti, prima di benedire la traversa che risputa in campo il bolide di un Pacheco che fa le pentole e pure i coperchi. Il Pesaro Five, che aveva sbloccato dopo pochi minuti con Cesar Tavoloni su invito al bacio di Sartori, raddoppia praticamente alla seconda occasione (pregevole la combinazione Sartori-Sapinho-Sartori che porta l’ex Palextra a gonfiare la rete). Vanzela è ancora strepitoso su Pacheco, prima che la sirena sia preceduta da un tiro-cross di Sapinho su cui capitan Russo non arriva.

A inizio ripresa, dopo una manciata di secondi, Melo inventa un numero d’alta scuola che si conclude con una puntata vincente (3-0). Il tris, arrivato quasi col minimo sforzo, potrebbe chiudere i giochi. Non è così perché il Raiano dimostra di essere in palla. Così, dopo che lo stesso Melo in ripiegamento difensivo salva su Ruscitti, Pacheco scarica sul palo una conclusione che Barrera corregge in rete (3-1). Orlando e ancora Barrera sfiorano il 3-2 nelle due azioni susseguenti (ancora grande Vanzela in una circostanza). Sulla terza, arrivata due secondi dopo, arriva il secondo punto del Raiano di Pizzica con la firma del numero 4 ospite Orlando.

Russo salva sulla linea la palla del pareggio. Il Pesaro Five capisce che così non può andare avanti e prova a ristabilire due reti di distacco con Sapinho, che riceve da Tavoloni, aggira un difensore abruzzese ma arrota troppo: palla fuori. Il 4-2 comunque arriva a stretto giro di posta ed è firmato proprio da Sapinho, su una punizione di giustezza che beffa un Oddi sorpreso.
Gara finita? Nossignori. Perché il Raiano ha sette vite, e perché il Pesaro Five palesa amnesie come mai prima. Ruscitti, su invito di Pacheco (ancora lui), si trova a tu per tu con l’incolpevole Vanzela che viene superato (4-3). La grande paura però viene scacciata da Sartori, che tramuta in oro a tre minuti dalla fine una ripartenza fulminea dei suoi.

Finisce 5-3 una gara in cui il Pesaro Five ha anche sofferto. L’importante però era vincere e l’obiettivo è stato centrato.


MIGLIORI IN CAMPO: al di là di Melo che segna una rete splendida ripiegando, spesso e volentieri, anche indietro, menzione speciale solo per Vanzela. Il portierone del Pesaro Five è il migliore in campo in senso assoluto per gli interventi d’alta scuola esibiti tra i pali . E poi, quando sale, crea quella superiorità numerica in fase offensiva che è decisiva per allargare le maglie avversarie e creare chances. Per il Raiano bene quasi tutti, ma il più continuo è Pacheco che non segna ma dispensa assist correndo per tre.


ITALSERVICE PESARO FIVE - TIRINO IMPIANTI RAIANO 5-3 (2-0)


ITALSERVICE PESARO FIVE: Vanzela, Casisa, Sartori, Sapinho, Russo, Magnoni, Melo, Tavoloni, Rossi, Bruscolini, Losco, Baldelli. All. Tavoloni-Lepretti

TIRINO IMPIANTI RAIANO: Oddi, Caputo, Orlando, Barrera, Carrozzi, Ruscitti, Ed Dyouri, Di Berardino, Pacheco, Di Fiore, Arquilla. All. Pizzica

ARBITRI: Gioacchino Maggione di Palermo e Luigi Leanza di Latisana (cronometrista Andrea Sabatini di Bologna)

RETI: 6’11” Tavoloni (PF), 12’48” Sartori (PF); 20’21” Melo (PF), 23’36” Barrera (RA), 24’23” Orlando (RA), 28’55” Sapinho (PF), 30’08” Ruscitti (RA), 36’47” Sartori (PF)

NOTE: spettatori 150 circa; ammoniti Russo, El Dyouri







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2010 alle 00:17 sul giornale del 18 gennaio 2010 - 1188 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, pesaro, calcio a cinque, pesaro five





logoEV