Tre mesi con il jazz in tutta la provincia

7' di lettura 30/11/-0001 - Cinque mesi in compagnia del grande jazz nei teatri storici della provincia di Pesaro e Urbino. Parte sabato 23 gennaio per concludersi l’8 maggio, la decima edizione di Jazz ‘in provincia, l’ormai tradizionale rassegna che accompagnerà gli appassionati di musica afroamericana fino a primavera inoltrata, ospitando artisti di fama nazionale ed internazionale in teatri di grande valore storico e architettonico del territorio.

Importanti le novità che caratterizzeranno questa edizione disegnata e diretta da Adriano Pedini. A cominciare dai comuni coinvolti, che salgono ad 11 con l’ingresso nel circuito del jazz di Acqualagna, Apecchio, Cagli, Peglio e San Costanzo. Organizzata dall’assessorato alla cultura della Provincia di Pesaro e Urbino e da Fano Jazz Network, in collaborazione con i Comuni coinvolti e associazioni locali, la rassegna rientra nel più ampio progetto “Parco dei Teatri Jazz”, inserito nell’accordo di programma Giovani RI-cercatori di senso fra la Regione Marche ed il Ministero delle Politiche giovanili. Un progetto che reca il marchio di Marche Jazz Network, polo associativo che riunisce Ancona Jazz, Fano Jazz Network e TAM – Tutta un’altra musica, ovvero le più significative realtà della regione attive in ambito jazzistico.

L’altra novità è rappresentata dal fatto che, insieme ai concerti, sono stati organizzati eventi collaterali in stretta relazione e sinergia con le associazioni locali e con Slow Food (condotta di Cagli), che arricchiranno gli appuntamenti musicali con cene, degustazioni enogastronomiche di prodotti a km zero. C’è poi l’istituzione del Furlo Jazz Award, premio con cadenza annuale che andrà ai migliori musicisti marchigiani e che si terrà ad Acqualagna in concomitanza con la XVII Fiera del tartufo nero pregiato.

Ma veniamo al programma di Jazz ‘in provincia che, come tradizione, propone un’accurata selezione di artisti nazionali ed internazionali, senza trascurare le risorse musicali del territorio presentate all’interno di “Jazz Nelle Marche” (Vol.3). La rassegna si apre sabato 23 gennaio al Teatro Rossini di Pesaro con The Bad Plus, trio internazionale formatosi nel 2001 su un progetto discografico dell’etichetta spagnola Fresh Sound e che dopo una straordinaria serie di concerti in Usa e Gran Bretagna, ha visto la formazione approdare alla major Columbia Records. Oggi i Bad Plus (Ethan Iverson al piano, Reid Anderson al contrabbasso e Dave King alla batteria), che vengono definiti “iconoclasti musicali” e “geni e attori in egual misura”, propongono composizioni originali caratterizzate da elementi di poliritmia, arrangiamenti spettacolari, musica seriale e destrutturazione di successi pop.

Il secondo appuntamento è previsto per sabato 30 gennaio al Teatro della Fortuna a Fano. In collaborazione con la Fondazione Teatro della Fortuna e Comune, sarà sul palco uno dei più grandi pianisti del panorama jazz: Enrico Pieranunzi. L’artista romano proporrà il suo nuovo progetto Scarlatti Jazz, omaggio a Domenico Scarlatti compositore e musicista vissuto nel Seicento tra i meno conosciuti della tradizione musicale. Eppure, secondo Pierannunzi, si tratta di un antesignano dell’improvvisazione o meglio dell’improvvisar-componendo che costituisce poi il senso più profondo e affascinante del jazz. Sabato 13 febbraio al Teatro della Concordia di San Costanzo, sarà di scena Maria Pia De Vito con il progetto Mind the Gap. La cantante partenopea, vincitrice per il secondo anno consecutivo del premio come miglior cantante jazz, sarà accompagnata da Claudio Filippini al piano, Luca Bulgarelli al contrabbasso e Walter Paoli alla batteria. Il concerto proporrà sostanzialmente cover che spazieranno da Annie Lennox a Bjork; da Randy Newman a Jimi Hendrix; da Sidsel Endresen a Django Bates. Il tutto rielaborato in chiave jazz con l’aggiunta di composizioni originali.

Sabato 20 febbraio al Teatro Conti di Acqualagna (inizio eccezionalmente alle ore 21), è in programma il concerto Jazz Nelle Marche Vol.3. La serata, organizzata in collaborazione con l’Assessorato alla cultura del Comune e la Riserva naturale statale Gola del Furlo, sarà dedicata ai migliori musicisti marchigiani: Gianni Giudici e Eugenio “Gege” Giordani in duo al pianoforte. Seguirà il Vittorio Gennari 4tet con protagonista il veterano dei musicisti marchigiani, e poi il quartetto del marimbista e vibrafonista Daniele Di Gregorio che avrà in formazione Massimo Manzi alla batteria. Tutti musicisti che verranno premiati nel corso della serata con il Furlo Jazz Award 2010.

Venerdì 5 marzo al Teatro Bramante di Urbania sarà di scena l’Oz Noy trio con una superformazione che vede Oz Noy alla chitarra, James Genus al basso elettrico e Dave Weckl alla batteria. Oz Noy è un chitarrista israeliano che ha cominciato la sua carriera a 13 anni. Nel corso della sua intensa attività ha suonato al fianco di Cyndi Lauper, Harry Belafonte, Richard Bona, Mike Manieri. Accanto a lui una vera macchina da guerra: Dave Weckl, idolo dei batteristi di tutto il mondo per la sua tecnica incredibile sprigionata al meglio nell’Acoustic band di Chick Corea.

Sabato 27 marzo si torna al Teatro Conti di Acqualagna con un quartetto di superstar. Di scena il New Quartet di Roberto Gatto. Assieme al batterista romano, una vera e propria istituzione nazionale, ci saranno Emmanuel Bex all’organo Hammond, Francesco Bearzatti al sax e Giovanni Falzone alla tromba. Gatto ed i suoi valorosi ed originali musicisti proporranno un gioco continuo di citazioni e rimandi che spazierà dalla tradizione del jazz a quella della canzone più nobile e semplice.

Venerdì 9 aprile al Teatro Comunale di Cagli sarà di scena il duo Petra Magoni-Ferruccio Spinetti con Musica Nuda, un classico della musica live italiana. Partita nel 2003 questa esperienza di “voice’n bass” è diventata un appuntamento irrinunciabile per tutti gli amanti della musica acustica. Cover e classici saranno reinterpretati attraverso le magiche evoluzioni della voce della Magoni e del magico contrabbasso di Ferruccio Spinetti (Avion Travel).

Mercoledì 14 aprile al Teatro Sanzio di Urbino, concerto del quartetto di Joe Locke. Considerato il più straordinario vibrafonista della sua generazione, l’artista americano - dotato di una straordinaria tecnica - sarà accompagnato da Robert Rodriguez al piano, Ricardo Rodriguez al contrabbasso e Johnathan E. Blake alla batteria.

Sabato 17 aprile doppio appuntamento (ore 21 primo spettacolo, ore 22 il secondo) con Lorenzo Tucci Touch, progetto che annovera Fabrizio Bosso alla tromba, Daniele Scannapieco al sax tenore, Luca Mannutza all’organo Hammond e piano Fender oltre alla voce di Alice Ricciardi. Un imperdibile concerto che mescolerà affinità musicali ed esperienze musicali diverse, proponendo samba, funk, latin jazz, bossanova.

Sabato 24 aprile al Teatro della Vittoria di Pennabili, sarà invece di scena Simone Zanchini con il suo Elettronico 5tet. Nel concerto del grande fisarmonicista, realizzato in collaborazione con il Comune e l’Associazione Ultimo Punto, saranno proposti in chiave odierna sonorità del jazz pos-elettrico in cui confluiranno anche rock, funk ed hip-hop. Assieme a Zanchini (fisa midi, live elettronics, lap-top), saranno della partita Giovanni Falzone alla tromba, Mauro Ottolini al trombone, bomardini e basso tuba, Atto Alessi al basso e Cristiano Calcagnile alla batteria.

Sabato 8 maggio (ore 19), concerto di chiusura di Jazz ‘in provincia a Peglio alla restaurata Torre Campanaria con Riccardo Arrighini al piano che proporrà Chopin in Jazz. Dopo Puccini e Vivaldi, Arrighini propone un lavoro dove la musica classica e la lirica si fondono con il jazz. Chopin in Jazz è un progetto che Arrighini aveva in mente da tempo, quando aveva iniziato a cimentarsi con la fusione di questi due mondi musicali.

Tutti i concerti, esclusi quelli indicati, avranno inizio alle ore 21,15. I possessori della Marche Jazz Card potranno usufruire di sconti sul prezzo dei biglietti dei concerti di Jazz ‘in provincia e di tutti gli altri concerti a pagamento di Parco dei Teatri Jazz. Per informazioni: Fano Jazz Network, tel. 0721 820275 sito internet: www.fanojazz.org












Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 gennaio 2010 - 1066 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, Provincia di Pesaro ed Urbino





logoEV