Colbordolo: tagliati i biglietti di auguri per un secondo fondo di solidarietà

1' di lettura 23/12/2009 - Niente biglietti di auguri con Babbo Natale e strenne colorate, nessun cartoncino che invita alla solidarietà durante le feste. La solidarietà, a Colbordolo, passa dalle parole ai fatti.

Il nuovo sindaco Massimo Pensalfini, 33 anni, dinamismo e sensibilità, insieme alla Giunta e al Gruppo consiliare di maggioranza, taglierà le spese desinate in passato a grafica, stampa e spedizione dei messaggi natalizi per istituire un secondo fondo di solidarietà (“auspichiamo di 10.000 euro, come la volta passata”) a favore dei cittadini che, in seguito alla crisi economica, sono rimasti senza lavoro.


\"Gli auguri alla popolazione, agli enti e alle autorità li faremo attraverso i giornali e tutti gli organi d’informazione - annunciano il sindaco Pensalfini e i suoi assessori -. Nonostante i tempi difficili, con piccole economie realizzate nel bilancio 2009, possiamo riproporre un nuovo bando anti-crisi per dare una mano a chi è più in difficoltà\".


\"Del resto mai come quest’anno il Natale deve essere all’insegna della solidarietà - aggiungono gli amministratori di Colbordolo -, forte è la preoccupazione per la povertà sempre più diffusa, anche nel nostro comune. Il pensiero va soprattutto alle famiglie e alle persone sole che faticano ad arrivare alla fine del mese. A loro e a tutti i cittadini rivolgiamo i più sinceri auguri di un Buon Natale e di un 2010 all’insegna della ripresa economica\".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-12-2009 alle 16:26 sul giornale del 24 dicembre 2009 - 1496 letture

In questo articolo si parla di attualità, colbordolo, Comune di Colbordolo





logoEV