Vannucci: \'Niente tagli per le scuole dei piccoli centri\'

Massimo Vannucci| 1' di lettura 18/10/2008 - \"Le scuole dei piccoli centri non si toccano\". È questo l\'impegno che si dovrà prendere il Governo in seguito all\'ordine del giorno presentato dall\'onorevole Massimo Vannucci (Pd) e approvato dalla Camera dei deputati.

Il parlamentare chiedeva infatti all\'esecutivo \"l\'attuazione delle norme riferite alla organizzazione nel territorio dei servizi scolastici, a tenere conto dei principi per garantire la permanenza dei plessi nei piccoli comuni rispettando e rafforzando le deroghe previste nella legislazione in vigore\".

\"Il diritto alla istruzione sancito dall\'articolo 34 della Costituzione - ha fatto notare Vannucci - è condizione primaria per garantire pari opportunità ai cittadini e base fondamentale per la libertà e l\'eguaglianza. L\'articolo 3 della Costituzione obbliga la Repubblica a rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che limitino libertà ed eguaglianza e impediscano il pieno sviluppo della persona.


\"Spesso questi principi hanno diversa applicazione a seconda della zona di residenza dei cittadini - ha sottolinea il deputato -. È indubbio infatti che i servizi offerti nei piccoli comuni sono spesso inferiori a quelli dei grandi centri urbani e di minore qualità, a partire proprio dalla scuola. D\'altra parte questi servizi sono essenziali per la permanenza dei residenti nei territori e possono garantire una equilibrata distribuzione della popolazione in tutto il Paese, evitando così fenomeni di abbandono e degrado. I servizi scolastici sono fondamentali e rappresentano per tutti un diritto primario al di là del luogo di residenza. La legislazione del servizio scolastico prevede la possibilità di deroghe rispetto ai parametri generali, che andrebbero però ampliate e rafforzate, per garantire presìdi nei territori di montagna e nei piccoli centri\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 18 ottobre 2008 - 837 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, Provincia di Pesaro ed Urbino, Massimo Vannucci





logoEV