Antenne e ripetitori, Ucchielli scrive alla Prestigiacomo

stefania prestigiacomo 1' di lettura 01/10/2008 - Trasmettiamo, di seguito, la lettera inviata dal presidente della Provincia, Palmiro Ucchielli, al ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, chiedendo la modifica del Decreto legislativo n.259 del 1 agosto 2003 relativo alla localizzazione delle infrastrutture di comunicazione elettronica.

Onorevole Ministro,

con la presente sono a porLe con forza la richiesta di attivare ogni iniziativa affinché possa essere sollecitamente modificato il Decreto Legislativo 1 agosto 2003 n. 259, laddove prevede che la localizzazione delle infrastrutture di comunicazione elettronica possa essere autorizzata a maggioranza dalla Conferenza di servizi convocata ai sensi dell’art. 87 comma 7 del citato decreto, e quindi anche in presenza del parere non favorevole dell’Amministrazione Comunale territorialmente coinvolta.



Tale situazione esautora i Comuni impedendo loro di esercitare la legittima pianificazione dei propri territori, a cui sono chiamati dalle legge e dai cittadini, verso i quali rispondono in prima persona, in relazione a possibili impatti sia di carattere igienico-sanitario che paesistico, connessi alla installazione di antenne, ripetitori, impianti radio-trasmittenti e di telefonia in genere. La mia richiesta, motivata da esigenze di trasparenza amministrativa e di gestione democratica, nasce da istanze diffuse in tutto il territorio provinciale. Grande preoccupazione sta recentemente suscitando tra la cittadinanza ed in particolare tra i bambini e i ragazzi che frequentano le scuole del Comune di San Costanzo, la richiesta avanzata da una ditta di telefonia mobile per realizzare una stazione radio base nei pressi del complesso scolastico.

Mi impegnerò quindi con tutti i mezzi e risorse a mia disposizione affinché tali problematiche vengano quanto prima affrontate e risolte.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 01 ottobre 2008 - 902 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, Provincia di Pesaro ed Urbino





logoEV