Mettevano in commercio attrezzi elettrici con marchi falsificati, denunciati

carabinieri 1' di lettura 19/09/2008 - Denunciati dai Carabinieri due ambulanti che nella periferia di Pesaro vendevano attrezzi elettrici con marchi falsificati.

Due ambulanti, un napoletano di 61 anni ed un riminese di 25 anni, sono stati denunciati dai Carabinieri perchè sorpresi a vendere alcuni attrezzi elettrici con marchi falsificati. I due sono stati fermati mentre, a bordo di una Fiat Punto, si aggiravano nei pressi di alcune abitazioni nella periferia di Pesaro.


Gli ambulanti, entrambi domiciliati a Cattolica, trasportavano diverse apparecchiature elettriche tra cui generatori di corrente, motoseghe ed un martello pneumatico d\'importazione cinese, oltre ad etichette plastificate adesive con il marchio falsificato dell\'Hitachi.


Secondo i Carabinieri i due avrebbero tentato di vendere il materiale spacciandolo per prodotto di marca. Il 61enne era già noto alle forze dell\'ordine per episodi simili.







Questo è un articolo pubblicato il 19-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 19 settembre 2008 - 1234 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, carabinieri





logoEV
logoEV
logoEV